Questo sito contribuisce alla audience di

Moratti? "Fantastica"

“Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno”! - Il concetto discutibile di una simile affermazione? - Chi manifesta dissenso deve magnanimamente essere perdonato ed il perdono si concede a chi ha sbagliato - Sempre più difficile esprimere liberamente le proprie idee e opinioni - Si chiudevano i seggi per le primarie e "porta a porta" parlava della Lecciso e di Albano.&#nbsp;&#nbsp;&#nbsp; (di Laura Incremona)

E non solo. Silvio Berlusconi, dopo avere definito “fantastica” la riforma Moratti (in realtà, l’aggettivo fantastico, si identifica con qualcosa che attiene alla fantasia, al mondo dell’irrealtà), ha parlato degli studenti che in questi giorni stanno manifestando nelle piazze italiane , dicendo: “Padre, perdona loro , perché non sanno quello che fanno”! Beh, pensare di avere un filo diretto con l’ Onnipotente, ci sembra un po’ esagerato, ma forse il nostro Silvio è convinto di poter avere anche questo. Ma scherzi a parte, il concetto discutibile di una simile affermazione resa agli organi di stampa, è quello che, chi manifesta dissenso, deve magnanimamente essere perdonato ed il perdono si concede a chi ha sbagliato. Chissà a cosa andrebbero incontro i dissidenti, con minore magnanimità! Su questo credo si debba cominciare a fare una seria riflessione.. Una volta si sentiva di grandi scioperi, di cortei, di manifestazioni, e di tante altre forme lecite e legali per manifestare malumori e dissensi. Le testate giornalistiche per settimane intere, non facevano che riportare passo passo, tutti gli sviluppi delle situazioni. I telegiornali aprivano con la prima pagina che si interessava ai reali problemi delle classi meno fortunate. Oggi invece sta avvenendo un fenomeno molto poco rassicurante. Tanto per dire: una bravata come quella degli studenti di Bologna, per altro deprecata da tutti, ha fatto registrare una dichiarazione sconcertante di Gianfranco Fini, che ha dichiarato che questo non è altro che l’anticipazione di quello che accadrà in Italia, se dovesse vincere Prodi, poiché, con la sinistra al governo, impererebbero sovrani, il caos, il disordine e la violenza, nonché la repressione consequenziale. Ma ci rendiamo conto si o no? Ormai diventa sempre più difficile esprimere liberamente le proprie idee e le proprie opinioni. Lo si vede nei giornalisti “congelati” , lo si vede nei programmi televisivi. Pensate che mentre si chiudevano i seggi per le primarie, il 16 ottobre scorso, in uno dei programmi televisivi, considerati il fiore all’occhiello della televisione (porta a porta) si parlava della Lecciso e di Albano. L’obbiettivo è quello di minimizzare le cose del nostro paese, sopratutto se si tratta di critiche all’attuale situazione nazionale. Allora, mentre accade una cosa di notevole rilevanza, si parla di reality show, mentre l’Italia va a rotoli, si parla di Camilla che è riuscita ad avere il diadema della suocera Elizabeth d’ Inghilterra, per la cena dei reali. Oppure, perché non parlare dell’altrettanto famosa trasmissione di rete 4 “PARLAMENTO IN”. Forse l’intenzione del titolo era quella di far capire che tale programma, entrava nel vivo dell’attività parlamentare! Macchè. Settimanalmente, si punta la telecamere su di un parlamentare e se ne sviscera la vita privata, ovviamente in maniera artata e finta. Così , la senatrice Santanchè, di cui nessuno ha mai sentito parlare, perché nessuno sa di cosa si occupa, fa vedere agli italiani, il suo salotto che lei usa per fare l’intrattenitrice di serate culturali, politiche e di alto profilo intellettuale. Ma questo è solo uno dei tantissimi esempi. Del resto, è nel mio stile parlare di cose che sono facilmente comprovabili, quindi difficili da oppugnare. Ma per tornare a lady Moratti, che dire di lei? Semplicemente “ FANTASTICA”

Laura Incremona