Questo sito contribuisce alla audience di

I maschi a destra i gay a sinistra

I gay incutono talmente tanta paura al sig. Berlusconi, che ha risolto il problema, confinandoli tutti a sinistra - Ora si comprende un po’ di più cosa sarà costretta a sopportare la sua povera consorte - Si è detto di una nazione nettamente divisa in due politicamente…..allora, il 50 e qualcosa per cento degli italiani, è proprio tutto gay - La domanda di fondo resta : perché Berlusconi ce l’ha tanto con i gay? (di Laura Incremona)

Si sarebbe dovuto dire “maschi e femmine a destra, gay a sinistra“ ma il centro destra italiano è famoso per la quasi assenza delle donne in politica, così è meglio considerare solo la componente maschile nella destra. I gay incutono talmente tanta paura al sig. Berlusconi, che ha risolto il problema, confinandoli tutti a sinistra. Ma perché quest’uomo teme tanto i gay? Perché arriva anche ad offendere politicamente tutti quei gay che votano a destra? Perché sono in tanti a votare a destra, gay o no, ognuno ha il diritto di avere un pensiero politico. Ma il Berlusca, non curante dell’etica politica, e calpestando ancora una volta il concetto di diplomazia, spartisce offese pubblicamente. Ora si comprende un po’ di più cosa sarà costretta a sopportare la sua povera consorte. Del resto se siamo tutti invitati a fare considerazioni sulle sue cose “ private” è proprio perché alla famiglia Berlusconi piace spubblicarle, anzi, “ pubblicarle”. E comunque, qualora fosse valido l’assunto berlusconiano che i gay votano tutti a sinistra, ci sarebbe da ridere (o piangere) ancora di più, considerato che le ultime elezioni politiche in Italia, hanno dato uno scarto minimo tra destra e sinistra. Si è detto di una nazione nettamente divisa in due politicamente…..allora, il 50 e qualcosa per cento degli italiani, è proprio tutto gay e, per citare un’altra frase storica di Silvio, “coglione”. Insultare è veramente un modo unico di fare politica, è l’emblema della democrazia, la tanto conclamata democrazia di Forza Italia. Ribadisco, di Forza Italia e del suo leader, perché dire centro destra, sarebbe un’ offesa per gli altri partiti della coalizione che sono costretti a subire le intemperanze del cavaliere (e le frustrazioni della consorte)….la domanda di fondo resta : perché Berlusconi ce l’ha tanto con i gay?

Laura Incremona