Questo sito contribuisce alla audience di

Più scuro di mezzanotte, il nuovo libro di Salvo Sottile

Il giornalista e caporedattore del TG5 racconta Palermo e la mafia in un romanzo avvincente.

Salvo Sottile, Più scuro di mezzanotteQuale è il mezzo più veloce per viaggiare? Indubbiamente un libro. Ma soltanto se è un buon libro. Allora ne vale proprio la pena di sedersi sul divano e cominciare a viaggiare. E il viaggio che Salvo Sottile ci invita a intraprendere è quello nella sua Palermo per visitare i luoghi più suggestivi della città. Per farci conoscere le bellezze ma anche le piaghe. E quando parliamo di piaghe palermitane intendiamo riferirci principalmente alla mafia. E’ di questo che parla il suo nuovo romanzo edito da Sperling & Kupfer, Più scuro di mezzanotte, già alla quinta ristampa con oltre 40.000 copie vendute.

Il nuovo romanzo del giornalista e caporedattore del TG5, arrivato anche in Germania, Spagna, Olanda, Brasile e Giappone, è una storia di mafia ambientata a Palermo e ha come protagoniste due donne, una l’ossessione dell’altra.

Quando in Sicilia qualcuno dice “più scuro di mezzanotte non può fare” significa che non ha più nulla da perdere e nulla da temere e consegna la sua vita nelle mani della sorte. In questo modo Salvo Sottile commenta nel trailer del suo nuovo romanzo. Non fidarsi delle apparenze, è questa la scommessa di Più scuro di mezzanotte. Una storia in cui la mafia fa da sfondo al romanzo nero di una donna scomparsa improvvisamente nel nulla e che non ha lasciato nessuna traccia dietro di sé. C’è un giovane magistrato che vuole sapere che fine ha fatto e non si arrende e un’altra donna che farà di quella ricerca la sua ossessione.

Da una parte abbiamo Nino Giaconia, uomo d’onore affiliato al clan emergente dei Corleonesi, a fianco al cognato Gaspare, al vertice della Cupola. Dall’altra sua moglie Rosa Martinez appartenente alla cosca dei Palermitani. Lei lo ha sposato per sottrarsi alla potestà del padre niente sapendo che proprio questo gesto le avrebbe rovinato la vita trasformandola in un inferno.

Salvo Sottile nasce trentasei anni fa, il padre cronista de L’Ora e del Giornale di Sicilia. A diciassette anni collabora con il quotidiano catanese La Sicilia e il mensile Sicilia Motori, quindi con l’emittente televisiva Telecolor Video 3. Ma la grande opportunità arriva nel 1992 durante un’eruzione dell’Etna che rischia di travolgere Zafferana Etnea. Enrico Mentana, allora direttore del TG5, lo mette davanti a una telecamera promuovendolo inviato sul campo.

Nel 2007, Sottile esordisce come scrittore. Il suo primo libro Maqueda è stato un successo, in classifica tra i primi dieci libri più letti.

Sarà possibile incontrare Salvo Sottile questa sera, martedì 18 agosto, al Centro Don Pino Puglisi di Gliaca di Piraino (ME), il 28 agosto alla villa comunale di Castellamare del Golfo (TP), il 9 settembre a Comiso (RG) e il 10 settembre a Messina.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Cindy

    30 Nov 2009 - 20:23 - #1
    0 punti
    Up Down

    è davvero bellissimo ” Piu’ scuro di mezzanotte ” un romanzo assolutamante da leggere che vi lascera’ senza fiato!!!