Questo sito contribuisce alla audience di

Taormina e le Direzioni dell'Arte

Appuntamento con opere di artisti contemporanei nazionali e internazionali.

Taormina Gallery

Sono giorni di grande cultura a Taormina dallo scorso 22 agosto e fino al prossimo 8 settembre. La Galleria D’Arte Contemporanea Taormina Gallery, infatti, presenta la Rassegna Internazionale d’Arte Contemporanea “Le Direzioni dell’Arte”.

L’esposizione si incentra sui percorsi perseguiti da artisti operanti all’interno del panorama contemporaneo, rilevando e analizzando le qualità delle loro ricerche, le differenze e le innovazioni apportate dalla loro creatività al fulcro della ricerca artistica. Si propone un aperto confronto stilistico volto a mostrare la singolarità delle diverse interpretazioni che , proiettandosi in un clima interculturale, ne promuovono la libera comunicazione espressiva – è quanto si evince dal comunicato stampa di Taormina Gallery.

Presso i locali di Taormina Gallery, sotto la direzione artistica di Rosi Raneri, sarà possibile ammirare una collezione di opere di artisti contemporanei nazionali e internazionali.

MAURIZIO PICCIRILLO presenta la sua innovativa ricerca sui frattali. Oggetti geometrici si replicano, ripetendo in scala minore il medesimo punto di partenza. L’artista esplora così una natura nascosta e carica di per sé di forme arcane e affascinanti. I suoi frattali spaziano su fondi oscuri per mostrare tutta la loro forza comunicativa.

MARIA LUISA SABATO esplora mondi e sensazioni avvolgenti incontaminate. Le pennellate veloci e vibranti si fermano sulla tela per creare momenti eterni, dove ogni elemento acquista una rara bellezza. Indaga elementi naturali cogliendone i loro aspetti più segreti e luminosi, dalla terra al cielo.

Anche l’artista GRAZIA VARONE ci addentra in atmosfere fantastiche. L’esplorazione della natura diventa interpretata e avvolgente. I colori vigorosi sembrano comunicare lontani scenari. Gli alberi, elementi per eccellenza della vita, assumono sembianze diversificate per assumere nuove forme.

La fotografa MANUELA STAGNO affronta tramite l’elaborazione digitale, la sua ricerca personale. I quattro pannelli in mostra riassumono infiniti scatti e attimi immortalati, i quali, strutturando il progetto per fasi, si suddividono a loro volta in una sequenza di immagini. L’artista dà voce in tal modo alla sua interiorità e al suo vissuto.

CASSIA RAAD si esprime attraverso la tecnica del mosaico e altri alquanto ricercati procedimenti su vetro. Le sue tematiche mostrano continui riferimenti a idiomi della terra brasiliana. Nei suoi mosaici, spesso composti da vetro, marmo, conchiglie e cristalli, il colore assume un ruolo determinante, evoca mediante tonalità calde, accese e fredde ma allo stesso tempo intense, sogni ispirati ad arti e civiltà incontaminate.

KATYA SANNA, artista eclettica e oramai affermata cantante vocalista, ama spaziare attraverso le sue creazioni tra composizioni di melodie sonore, che riporta abilmente sulla tela a livello pittorico. Osservando i suoi colori sembra di udirne le note romantiche, etniche e atmosfere che riportano al mito antico.

L’artista CARLA PIAZZA ci riporta all’interno di mondi mitologici e primordiali. L’antico è rivisitato attraverso una lettura moderna e innovativa, dove i messaggi comunicati dall’artista diventano emblematici, spirituali e simbolisti.

DANIELA BILLI artista nata in Svizzera, dà voce alle sue emozioni attraverso la produzione artistica. I suoi colori creano sinfonie astratte, colme di poesia. Sempre in continua fase di sperimentazione, presenta i suoi nuovi lavori che osservano e superano il reale.

SIMONA GLORIANI inserisce all’interno dei suoi lavori la passione per il tango, rilevandone i movimenti, i ritmi e le molodie. I personaggi danzano, si incontrano e sviluppano le loro armonie, sembrano fuoriuscire da uno sfondo spesso più scuro, per seguire la forza e l’eleganza che li accompagna. Di particolare importanza sono inoltre le sue nature morte contraddistinte da accessori, scarpe e indumenti, analizzati cromaticamente nella loro essenza.

Le prospettive dell’artista ROSARIO MARINO nascono dalle sue originali e raffinate percezioni. La sua ricerca personale si sviluppa mediante lo sviluppo di ripetizioni geometriche. I simboli, utilizzati come modelli ripetitori, creano immense prospettive e scenografie, all’interno delle quali si ritrovano spesso personaggi o elementi isolati, come a evidenziarne l’immensità.

Nelle opere di SERGIO POGGI, in particolare ne Una notte per cantare, i colori e la velocità dell’espressionismo tedesco sono rivisitati in chiave moderna e odierna. La tematica è avvolgente e colorata, lo spazio diventa qualitativamente importante allo stesso modo dei personaggi rappresentati, costruendo geometrie e prospettive inaspettate.

GIUSEPPE ORLANDO, illustratore e pittore, abbraccia più ambiti artistici elaborando e producendo diverse tecniche pittoriche mediante composizioni digitali e tradizionali. L’opera in mostra appartiene alla serie dedicata al cinema Totò, della quale ne estrapola e interpreta i momenti salienti e particolari.

L’opera in mostra di GIANLUIGI ZONCATI riprende l’esplorazione dell’astrologia. I segni zodiacali si incontrano su un piano prospettico. Ogni cosa assume alte simbologie. L’utilizzo di smalti, rende la tecnica alquanto elaborata e raffinata ponendo la superficie pittorica resa alla ricerca tonale e al rigore formale.

GIUSEPPE CASCELLA infine, grande maestro d’arte, della pittura e del presepe, presenta il dipinto su tela inedito La principessa Dayana, esplorandone l’anatomia, i dettagli figurativi e i colori intensi e simbolici.

Taormina Gallery è aperta dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, venerdì e sabato dalle 14,30 alle 20,30 (chiuso la domenica) e si trova a Taormina in via di Giovanni, 36.