Questo sito contribuisce alla audience di

Eventi di gennaio in Sicilia

Un inizio d'anno ricco di eventi.

Valerio ScanuIl nuovo anno è iniziato ormai da qualche giorno e gli eventi in Sicilia sono più promettenti che mai. La Sicilia, infatti, oltre ad essere per definizione la terra del sole, si rivela anche terra di cultura e lo dimostrano le numerose manifestazioni che si terranno da qui a breve.

Si comincia con Valerio Scanu, rivelazione musicale del talent show Amici e candidato a partecipare alla prossima edizione del Festival di Sanremo, sarà in concerto questa sera a Messina.

Da domani 13 gennaio fino al prossimo 17 gennaio, al teatro di Messina sarà di scena Romolo il grande di Friedrich Durrenmatt con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini. Romolo il grande fu l’ultimo imperatore di Roma divenuto grande proprio per essere il simbolo della fine dell’Impero Romano d’Occidente.

Da sabato 16 gennaio a domenica 24 gennaio al teatro Massimo Bellini di Catania sarà in scena Faust di Charles Gounod, direttore Jean-Paul Penin.

Massimo RanieriIl 16 e 17 gennaio, al teatro Metropolitan di Catania il concerto di Massimo Ranieri.

Dal 19 al 22 gennaio alla Fondazione Teatro Vittorio Emanuele di Noto sarà proposto il musical Pippi Calzelunghe, un musical coinvolgente, acrobatico e divertente di Astrid Lindgren per la regia di Fabrizio Angelici e la supervisione artistica di Gigi Proietti.

Il 25 gennaio al teatro Metropolitan di Catania per la rassegna Catania Jazz suoneranno gli Incognito.

Mario VenutiInizierà da Noto il tour di Mario Venuti il 27 gennaio al Teatro Vittorio Emanuele. L’artista siciliano presenterà le canzoni del suo nuovo album Recidivo.

Dal 29 al 31 gennaio al Teatro Metropolitan di Catania lo spettacolo L’Oro di Napoli dai racconti di Giuseppe Marotta per la regia di Armando Pugliese con Gianfelice Imparato, Luisa Ranieri e Valerio Santoro.

Per tutto il mese di gennaio alla Fondazione Pugliesi Cosentino di Catania sarà possibile visitare la mostra Burri e Fontana, materia e spazio a cura di Bruno Corà in collaborazione con Fondazione Palazzo Albizzini – Collezione Burri, Fondazione Lucio Fontana e con il contributo della Presidenza della Regione Siciliana dell’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana e di Sensi Contemporanei.