Questo sito contribuisce alla audience di

A Caltanissetta per celebrare la settimana santa

Nella città nissena arriva una delle più rappresentative celerazioni religiose.

Caltanissetta

Ormai ci siamo quasi, mancano pochi giorni alla Pasqua e già si comincia a parlare di celebrazioni per la settimana santa. Vorrei portarvi a Caltanissetta per assistere a una delle più rappresentative celebrazioni religiose: le sfilate delle maestranze, i gruppi sacri, i sepolcri addobbati, le commoventi processioni del Venerdì Santo, le sacre rappresentazioni della Passione.

Molto popolare e affascinante, la settimana santa di Caltanissetta ricorda la pasqua di Siviglia e di Murcia.

Si comincia con la Domenica delle Palme e la processione del simulacro di Gesù Nazareno posto su una vara a forma di barca ricoperta di fiori e condotto per le vie del centro storico.

Il mercoledì successivo il corteo della Real Maestranza dà l’avvio alle celebrazioni ufficiali della Pasqua nissena con riti della Settimana Santa.

Il capitano della Maestranza si pone alla guida dei corteo portando un Crocifisso velato di nero. Sia il capitano, sia gli altri componenti portano segni lutto: cravatte, calze e guanti neri.

La giornata dei Mercoledì Santo prosegue e si conclude con l’uscita delle varicedde, i gruppi statuari in miniatura riproducenti le vare, le stesse che sfileranno anche nella giornata di giovedì.

La struggente processione del Cristo Nero segna la giornata del Venerdì Santo. Secondo la leggenda, il piccolo Crocifisso di legno sarebbe stato trovato in una grotta fra due candele accese.

Foto: www.settimanasantacaltanissetta.it