Questo sito contribuisce alla audience di

Festival dell'Incompiuto Siciliano

Si terrà a Giarre il primo Festival dell'Incompiuto Siciliano, dedicato alle strutture incomplete, da oggi 2 luglio a domenica 4 luglio.

Festival dell'Incompiuto Siciliano

Nel Parco archeologico dell’Incompiuto di Giarre, inizierà oggi 2 luglio, il primo Festival dell’Incompiuto Siciliano che terminerà domenica 4 luglio.

L’idea di tutto ciò, nasce da un gruppo di giovani, tra cui: artisti, architetti e giuristi, per citarne alcuni, che a partire dal 2004 in giro per l’Italia ha rilevato oltre 600 opere pubbliche incompiute sparse in tutte le regioni.

Un gruppo di lavoro quello di Alterazioni Video, che ha proposto una lettura artistica e sociale di queste irrealizzate costruzioni, dimenticando volutamente, lo sperpero di denaro pubblico.

All’interno di queste strutture, nei giorni del festival, si alterneranno dibattiti, visite, performance artistiche tra cui quella dei Coloco, un gruppo di architetti paesaggisti francesi che spareranno muschio sulle pareti del teatro di Giarre, la cui lista di opere incompiute comprende ben 9 strutture: la piscina provinciale, il centro polifunzionale, il mercato dei fiori, la pista per automodellismo, la casa per anziani, il parco Chico Mendez con la sua bambinopoli e il teatro comunale con i suoi quasi 60 anni. E infine, un grandissimo campo di polo che avrebbe dovuto ospitare le Universiadi del 1997.

La tre giorni sarà movimentata inoltre, da eventi pubblici, workshop, concerti, tour turistici, giochi pirotecnici che trasformeranno la città.

I partecipanti al festival saranno di vario genere culturale e sociale: dal regista all’architetto, all’agronomo, dal sociologo al giornalista al filosofo, passando per giuristi, fotografi e soprattutto, tutti coloro che hanno a cuore i problemi del territorio.