Questo sito contribuisce alla audience di

In Sicilia troppi parti cesarei

Solo nell’isola si registra il 53% dei parti cesarei contro una percentuale nazionale del 38,3%.

Gravidanza e partoE’ stato emanato un decreto dall’Assessore Regionale della Salute per incentivare il ricorso al parto naturale e scoraggiare il parto cesareo perché, solo in Sicilia, dal 2008 al 2009 è stata raggiunta una percentuale di parti con taglio cesareo del 53% circa, contro il 38,3% nazionale e il 20% previsto dal Ministero della Salute.

Per cercare di limitare il fenomeno, il decreto prevede l’uniformità delle tariffe dei vari tipi di parto, sia per le strutture pubbliche che private, da parte della Regione. Infatti, sembra che il dato rilevato in Sicilia, sia nettamente appesantito dalle case di cura private che troppo spesso ricorrono al taglio cesareo.

L’Assessore Russo dichiara che le linee guida ministeriali sottolineano come al maggiore ricorso alla pratica chirurgica, non corrisponda una riduzione del rischio materno-fetale. Pertanto, conclude Russo, agli operatori sanitari chiederemo di offrire un’adeguata informazione per le donne in gravidanza.