Questo sito contribuisce alla audience di

Modica e il suo museo “nascosto”

Il museo Tommaso Campailla e il trattamento della sifilide nel XVIII secolo.

Modica

Il Museo Tommaso Campailla, non è un museo di cui i modicani sembrano andare molto fieri infatti, in pochi conoscono la sua esistenza in quanto, non è neppure menzionato nelle guide turistiche essendo un museo dedicato alle malattie veneree ed in particolare alla sifilide.

Nascosto in due stanze di quello che un tempo era l’Ospedale Santa Maria della Pietà, oggi sede di uffici comunali di Modica Bassa, proprio dietro piazza Matteotti, il museo si può visitare solo previo appuntamento con l’Ufficio Turistico di Modica e saranno proprio i dipendenti comunali di tale ufficio che fungeranno da guide turistiche.

Tommaso Campailla divenne famoso dapprima come poeta e solo dopo la morte del padre si dedicò alla sua passione per la medicina e per lo studio delle malattie veneree. Campailla curava i suoi pazienti in cabine di legno da egli stesso realizzate, con una tecnica precedentemente sperimentata in Francia, che prevedeva l’inalazione di mercurio.