Questo sito contribuisce alla audience di

Sicilia sempre più povera

La Confcommercio ha stimato per il 2011 una crescita del Pil siciliano quasi pari a zero, confermando la Sicilia al primo posto tra le regioni più povere d’Italia.

Euro

Dall’ultima relazione generale sulla situazione del Paese, pubblicata dal Ministero delle Finanze, la Sicilia risulta fanalino di coda del resto d’Italia, in termini economici. Infatti, essa si classifica tra le regioni più povere d’Italia assumendo addirittura il primo posto tra di esse.

Nell’isola, lo scorso 2009, l’INPS ha erogato il maggior numero di pensioni ed assegni sociali che nel resto del Paese. Inoltre, da un’analisi di Confcommercio, nel 2010 il PIL dell’isola aumenterà solo poco più della metà rispetto alla media nazionale mentre nel 2011 si prevede una crescita quasi pari a zero a fronte dell’1% stimato a livello nazionale. Cresce in questo modo, ancora di più il dislivello economico con il resto delle regioni italiane.