Questo sito contribuisce alla audience di

La Venere di Morgantina torna in Sicilia

Dopo essere stata acquistata dal Museo di Malibù nel 1988 presso un ricettatore, la Venere di Morgantina torna in Sicilia grazie ad una sentenza del Tribunale ennese.

Venere di MorgantinaScolpita nel V secolo a.C., la Venere di Morgantina è una statua alta 220 cm con il viso e le restanti parti nude del corpo in marmo e con il drappeggio in tufo calcareo. Grazie ad una perizia petrografica richiesta dal Tribunale di Enna, è stata accertata la provenienza del tufo utilizzato per la statua, proprio dall’omonimo sito archeologico siciliano, in provincia di Enna.

L’opera d’arte tuttavia, è stata acquistata nel 1988 dal Paul Getty Museum di Malibu, in California ma nell’agosto 2001 il Tribunale di Enna condannò il ricettatore a 2 anni di reclusione e ad una penale di 40 miliardi di lire e grazie alla perizia ne stabilì la provenienza. Pertanto, la Venere tornerà in Sicilia a gennaio e sarà esposta a Palazzo dei Normanni di Palermo, in attesa della sua collocazione definitiva nella chiesa di San Domenico ad Aidone.