Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Mamma mia, cos’è successo?

    Si fanno leggi che cancellano reatucci quali il falso in bilancio e si ricevono avvisi di garanzia mentre si è ad un G7 a rappresentare l’ Italia - Poi qualcuno al telefono illegittimamente sotto controllo dice che è contento che un’assicurazione compri una banca e perde un milione di voti! Sarà proprio vero che alcuni possono permettersi tutto ed altri no - Amo fare considerazioni di altro tipo quando devo scegliere la classe politica che deve governare.&#nbsp;&#nbsp;&#nbsp; (di Laura Incremona)

  • Suoni la tromba...

      Suoni la tromba e intrepido io pugnerò da forte: bello è affrontar la morte gridando libertà. Amor di patria impavido mieta i sanguigni allori, poi terga i bei sudori e i pianti la pietà.[...]

  • Suoni la tromba... 1

    Andiamo avanti. La mafia. Argomento sicuramente scottante se fosse trattato come un fenomeno negativo da affrontare e risolvere. Invece no. La mafia è stata ed è tutt’ora, una cosa che viene usata[...]

  • ...sulle dimissioni del Sindaco di Ragusa.

    Probabilmente dovremo riflettere sulla sovraesposizione dei sindaci all’interno di un sistema in cui mancano ancora gli equilibri istituzionali, un sistema di pesi e contrappesi - Abbiamo il dovere di offrire una proposta di governo capace e durevole con la quale chiedere un’altra chance per il governo della città (Laura Incremona)

  • La storia di Silvio Berlusconi....

    L'opuscolo "Berlusconi", tradotto in quattro lingue (francese, inglese, spagnolo e tedesco) è stato distribuito da Gianni Vattimo (su domanda del quale il libretto stesso è stato redatto) a tutti i Parlamentari europei nel pomeriggio del 2 luglio 2003, giorno della presentazione, da parte del presidente del Consiglio dei Ministri italiano Silvio Berlusconi, del programma della presidenza italiana della Unione Europea.

  • “…Questa è la storia di uno che non è come noi…”

    Francamente mi spiace spendere molte parole su questo personaggio dello spettacolo - L’Italia è una Nazione famosa per i grandi attori satirici, da Noschese a Guzzanti, da Pippo Franco a Beppe Grillo, a Roberto Benigni - Sparlare del presidente del consiglio dei ministri in quel determinato modo tutto alla Cementano, infastidisce ed offende anche chi non la pensa come Berlusconi - Occhio però a personaggi come Celentano, poiché non parlano neanche a nome della sinistra.&#nbsp; (di Laura Incremona)

  • Primarie in Sicilia: "le basse insinuazioni della CDL"

    Le primarie sono l’immagine di una democrazia di alto profilo che dice ai cittadini italiani e siciliani, che i nomi dei candidati non vengono “ calati dall’alto“ - Il centro sinistra invita i siciliani a dare un ‘opinione su chi può assurgere alla guida della Sicilia - La candidatura di Rita Borsellino è l’espressione di una Sicilia attiva e mai rassegnata alla mafia - Una Sicilia che propone l’alternativa femminile&#nbsp; (di Laura Incremona)

  • Moratti? "Fantastica"

    “Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno”! - Il concetto discutibile di una simile affermazione? - Chi manifesta dissenso deve magnanimamente essere perdonato ed il perdono si concede a chi ha sbagliato - Sempre più difficile esprimere liberamente le proprie idee e opinioni - Si chiudevano i seggi per le primarie e "porta a porta" parlava della Lecciso e di Albano.&#nbsp;&#nbsp;&#nbsp; (di Laura Incremona)

  • Altro che rosa....!

    Avanti a noi ci sono paesi quali il Rwanda, nazioni che noi chiamiamo impropriamente “terzomondiste”. - La Spagna, dove Zapatero ha deciso democraticamente di costituire un parlamento suddiviso perfettamente a metà, tra uomini e donne - E che dire della Germania dove il premier è una donna - La reazione delle donne di sinistra, è blanda... (di Laura Incremona)

  • KAMARINA:&#nbsp; non solo “Club Med”

    Quello che però non facciamo mai, è informaci sulla storia di Kamarina - La colonia greca più orgogliosa della Sicilia - Con alcune città greche della Sicilia meridionale mosse guerra a Siracusa e venne sconfitta - I Romani la presero nel 258 a.C., sotto il comando del console Attilio Calatino - Pochi kamarinesi&#nbsp; scamparono alla distruzione della città&#nbsp; (di Laura Incremona)