Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Giorgio Napolitano: 11° Presidente della Repubblica Italiana

    Ieri 10 maggio 2006 è stato eletto undicesimo Presidente della Repubblica Italiana alla quarta votazione con 543 voti su 990 votanti dei 1009 aventi diritto. È il primo ex-comunista a salire al Colle nella storia della Repubblica. Un deferente saluto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano da parte di questa guida e dalla Sicilia tutta.

  • Da leggi "ad personam" a legge "ad coalizionem"....

    Le forze di destra attualmente al governo utilizzano considerevole parte delle energie parlamentari di quanto rimane della legislatura per la approvazione di ulteriori leggi “personali” sostanzialmente tese alla destabilizzazione del Paese come nel caso della nota devoluzione costituzionale o come la nuovissima legge truffa elettorale.

  • REFERENDUM: 4 Motivi per dire "SI"

    La tutela della salute della Donna - La differenza di diritti fra concepito e Madre/Padre - Il consenso alla ricerca scientifica - Il consenso alla fecondazione eterologa - Incontro-Dibattito sui "Referendum abrogativi" (12/13 giugno 2005) dei quattro punti della Legge 40sulla "procreazione assistita" - Mercoledì 1 Giugno ore: 19.00 Cine Teatro VONA COMISO - &#nbsp;

  • "Antica Babilonia" e il petrolio di Nassiriya...

    Peacekeeping e business: un'inchiesta di Rai News 24 va alle origini della missione italiana in Iraq - In un dossier del governo scritto sei mesi prima della guerra si indicava la provincia irachena come località strategica per l'Italia -Siamo in Iraq per il petrolio! Certo anche per scopi umanitari e di salvaguardia dell'immenso patrimonio archeologico di quel paese - non a caso la missione si chiama "Antica Babilonia" -&#nbsp; ma l'oro nero c'entra e come - Il documento reso pubblico da Rainews 24 sull'importanza per l' Italia di andare in Iraq anche per tutelare gli interessi nazionali nell'approvvigionamento del petrolio. (di Laura Incremona)

  • L'Internazionale: il testo

    Adottato dai partiti della Seconda Internazionale nel 1910, divenne inno ufficiale dell'URSS dal 1917 al 1944 - La traduzione italiana è di anonimo e piuttosto infedele - Venne scelta in un concorso bandito dal giornale "L'Asino". Adottato ufficialmente.

  • Giovanni Paolo II: "Questa terra vuole la vita!"

    La nostra isola è sempre rimasta nel cuore di Giovanni Paolo II per il suo calore e i suoi drammi - Ad Agrigento tuonò con l'indice puntato e l'indignazione che gli infiammava le guance: "Mafiosi pentitevi, verrà il giorno del Giudizio di Dio - Ai catanesi: "Sii felice, Catania: alzati" - "Questa terra è un crocevia tra la civiltà europeo-cristiana e quella arabo-musulmana e vive continuamente la sfida della tolleranza e del dialogo. La mia visita vuol essere un segno di incoraggiamento un invito alla speranza"

  • UNA "DOLCE" SERATA

    Venerdì 1°APRILE alle ore 18.00 Al Collettivo Donne Ds di Ragusa ti aspetta una dolce serata con la proiezione del film "Chocolat" - L'apertura di un peccaminoso negozio di cioccolata da parte della giovane Vianne Rocher nel minuscolo villaggio di Lansquenet, scatena una vera e propria guerra all'interno della città, tra quelli che non vedono di buon occhio il negozio e quelli che desiderano assaporare la libertà che hanno appena scoperto

  • “MI PIACE LAVORARE” (Mobbing)

    Proiezione del film di Francesca Comencini alle ore 18.00 - Clicca i loghi di DONNE PIU' e dei DEMOCRATICI DI SINISTRA per andare nei rispettivi siti ufficiali &#nbsp;

  • 1° Maggio 1947: "PORTELLA della GINESTRA"

    Dopo anni di sottomissione a un potere feudale, sorretto dal fascismo e dalla mafia, la Sicilia stava vivendo una fase di rapida crescita sociale e politica - Nell’autunno 1944 un grande movimento organizzato aveva conquistato il diritto di occupare e avere in concessione le terre incolte o mal coltivate del latifondo - Intimidazioni ed esecuzioni erano delegate al banditismo separatista, sotto la guida di Salvatore Giuliano.

  • 1° Maggio 1947: "PORTELLA della GINESTRA" - pag. 2 -

    La Cgil proclamò per il 3 maggio lo sciopero generale - La polizia sembrò non avere dubbi nell’indicare esecutore della strage il bandito Giuliano - Il 2 maggio Scelba, chiamato a rispondere davanti all’Assemblea Costituente - Come mandanti, agrari e mafiosi e, chiamati in causa, ambenti politici della destra siciliana - La strage di Portella inaugurò la lunga teoria dei misteri di Stato - Giuliano scrisse una lettera, per rivendicare lo scopo politico della strage di Portella - Il 14 luglio 1950 il bandito venne ucciso da Gaspare Pisciotta.