Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Storia, cultura e gastronomia di Ferla

    Nella parte ovest della provincia di Siracusa, sorge su un pianoro del monte Rigoria, tra la catena montuosa degli Iblei e la valle dell’Anapo, il piccolo e caratteristico comune di Ferla. Il nome[...]

  • Federico II di Svevia

    Dopo giorni di lotte formidabili, verrà l’imperatore Federico a ripristinare il diritto - Egli restituirà quanto dai preti fu sottratto alle vedove, ai pupilli ed agli orfani. E dei potenti lascerà sussistere soltanto la settima parte - Furono questi i felici presagi che donarono un senso alla mia vita

  • 31 MARZU (1282-1982)

    31 marzo 1282 una data da ricordare - Ecco il Vespro che dal fatale eccidio dei Francesi alla pace di Caltabellotta è la espressione di questa idea. Tutti tradirono, ma la Sicilia non tradì se stessa!.

  • Vespri siciliani

    Tutto ebbe inizio all'ora del vespro del 31 marzo 1282, lunedi di Pasqua, sul sagrato della Chiesa del Santo Spirito, a Palermo - La città di Palermo si proclamò indipendente e ben presto, la rivolta si estese a tutta la Sicilia - Famoso simbolo di quella lotta divenne il termine Antudo! - Il 3 aprile 1282 veniva adottata la bandiera giallo-rossa, con al centro la Trinacria e che diverrà il vessillo di Sicilia

  • Vespri siciliani - 2

    Tutto ebbe inizio all'ora del vespro del 31 marzo 1282, lunedi di Pasqua, sul sagrato della Chiesa del Santo Spirito, a Palermo - La città di Palermo si proclamò indipendente e ben presto, la rivolta si estese a tutta la Sicilia - Famoso simbolo di quella lotta divenne il termine Antudo! - Il 3 aprile 1282 veniva adottata la bandiera giallo-rossa, con al centro la Trinacria e che diverrà il vessillo di Sicilia

  • Vespri siciliani - 3

    Tutto ebbe inizio all'ora del vespro del 31 marzo 1282, lunedi di Pasqua, sul sagrato della Chiesa del Santo Spirito, a Palermo - La città di Palermo si proclamò indipendente e ben presto, la rivolta si estese a tutta la Sicilia - Famoso simbolo di quella lotta divenne il termine Antudo! - Il 3 aprile 1282 veniva adottata la bandiera giallo-rossa, con al centro la Trinacria e che diverrà il vessillo di Sicilia

  • Manfredi

    La vita di Manfredi è ricca di avvenimenti che hanno condizionato vari secoli di vita italiana. Per questo, è difficile condensarla in poche pagine web. Gli utenti del sito dovranno considerare il nostro sforzo un primo tentativo per avvicinare il personaggio, con l’idea di approfondire i temi più interessanti e che ci verranno eventualmente proposti.

  • Manfredi - 2

    Manfredi non è difficile spiegare il proprio operato, che si era reso necessario per salvare il Regno dallo sfacelo. Da quel momento, Palermo tornava ad essere la capitale del più bel Regno d’Europa - Carlo I resta padrone del campo - Uno dei suoi soldati aveva ucciso Manfredi con un colpo di spada, senza nemmeno riconoscerlo.

  • Re Ruggero

    La morte del fratello primogenito lasciò erede unico Ruggero che a 10 anni divenne conte di Sicilia - Nel 1112, Ruggero assunse le redini del governo e ben presto si dimostrò uomo di eccezionale talento - Conte di Sicilia e duca di Puglia - La cerimonia dell’incoronazione avvenne la notte di Natale del 1130 - Con un piccolo capolavoro politico riuscì a dare “giustificazione” divina alla corona di Sicilia.

  • Re Ruggero - 2

    Ruggero II riuscì ad estendere i confini del regno fino al Tronto - È in questo periodo che un’organizzazione di tipo feudale si diffuse anche in Sicilia - Ruggero II si guardò bene dall’interessarsi di crociate, problema che coinvolgeva l’Europa - Due mesi dopo la sua morte nacque la figlia Costanza - L’incoronazione di Ruggero avvenne a Palermo e non a Bari