Questo sito contribuisce alla audience di

Nazgul

La storia dei cavalieri neri

Nome: Nazgul

Alias: Spettri dell’anello, cavalieri neri, cavalieri alati, schiavi dell’anello

« Coloro che adoperarono i Nove Anelli divennero potenti in vita, e furono gli antichi re, stregoni e guerrieri. Conquistarono gloria e grandi ricchezze, ma tutto questo si volse poi a loro disgrazia. […] E uno a uno, prima o poi, a seconda della loro forza innata e del bene o del male che ne caratterizzava in origine le volontà, caddero sotto il giogo dell’anello che portavano al dito e sotto il dominio dell’Unico, che era di Sauron. »

Questa citazione dal Silmarillion descrive bene i Nazgul.
In passato erano nove re umani a cui Sauron donò gli anelli del potere, assoggettandoli così al volere dell’Unico.Il regno di Angmar è il regno principale che gli Spettri dell’Anello hanno dominato da quando sono sottomessi al volere di Sauron, successivamente conquistarono Minas Ithil per porre l’avanguardia di Sauron che voleva tornare a Mordor dal suo dominio temporaneo di Dol Guldur. Questa città da allora fu chiamata Minas Morgul.

Durante la guerra dell’anello il Negromante fu sconfitto da Eowyn sui campi del Pelennor mentre gli altri 8 perirono con la sconfitta di Sauron.
Dopo che alcuni dei loro cavalli neri perirono nel guado del Bruinen, i Nazgul cavalcarono bestie alate gigantesche.

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti