Questo sito contribuisce alla audience di

Gli ent

La storia degli Ent

Fu Yavanna, un Valar, a suggerire a Eru Ilúvatar di creare gli Ent. Gli Onodrim, questo il vero nome degli Ent, sono gli esseri che abitano la Terra di Mezzo da più tempo. Essi hanno visto la conformazione del territorio cambiare, grandi regni salire al potere e andare in declino e popoli migrare. Gli Ent sono difficilmente definibili: hanno l’aspetto di un albero, ma camminano e parlano. Possiedono grandi mani nodose, occhi profondi e sapienti, e si muovono con grandi piedi legnosi. Gli Ent riflettono e parlano molto lentamente, e si fidano solamente di loro stessi, prestando poca confidenza alle altre razze, eccezion fatta per gli Elfi. Gli Ent si esprimono in Entese, una lingua impossibile da comprendere per altre razza, a causa della sua lentezza e del suo suono particolare; per questo motivo non si è mai tentato di riprodurre su carta questa lingua. Tuttavia, oltre all’Entese, gli Ent conoscono anche altre lingue, fra cui l’Alto Elfico.

All’epoca del Signore degli Anelli, gli Ent vivono solo nella foresta di Fangorn, dalle parti di Isengard, o perlomeno lì vi vivono gli Ent buoni; nella Terra di Mezzo vivono anche Ent malvagi, che però sono molto pochi e abitano vallate oscure e nascoste. Un tempo gli Ent vivevano negli ampi boschi che coprivano tutta la Terra di Mezzo, e si muovevano liberamente; poi le foreste si sono rimpicciolite, ed essi si sono visti costretti a vivere in una piccola foresta. Barbalbero, il personaggio che incontriamo nel Signore degli Anelli (Le due Torri), racconta che vi sono rimasti solamente pochi Ent, perché essi non hanno mogli. Ciò è dovuto al fatto che gli Ent e le Entesse avevano abitudini diverse: i primi amavano andare in giro per le foreste e parlare con gli alberi, mentre le seconde preferivano andare in spazi all’aria aperta e coltivare le piante. Per questo motivo le Entesse si stanziarono sulle rive dell’Anudin, dove coltivarono i propri giardini lontano dagli Ent i quali, vivendo troppo lontani da esse, non andarono più a fargli visita. Col passare del tempo le Entesse sparirono, e né allora né oggi si sa che fine abbiano fatto. Tolkien scrive a proposito di tale sparizione che le Entesse scomparirono durante la Guerra dell’Ultima Alleanza (3429-3441 S.E.), quando Sauron bruciò le terre lungo l’Anduin per fermare l’avanzata egli eserciti che dovevano affrontarlo. E’anche possibile che alcune Entesse scapparono verso est o che furono catturate per essere utilizzate come schiavi.

Durante la Guerra dell’Anello l’aiuto degli Ent si dimostra decisivo nella lotta contro Sauron: essi attaccano gli Orchetti che assediano il Fosso di Helm e accerchiano la torre di Orthanc, dove vive Saruman. L’odio per gli Orchetti da parte degli Ent nasce quando gli Orchetti di Isengard hanno cominciato a tagliare gli alberi della foresta di Fangorn; gli Ent hanno incominciato ad odiare gli Orchetti, e ad uccidere tutti quelli che gli capitavano a tiro. Per questo gli Orchetti raramente si inoltravano in quel territorio.

Ultimi interventi

Vedi tutti