Questo sito contribuisce alla audience di

I Dunlandiani

La storia dei Dunlandiani

Non si sa molto a proposito dei Dunlandiani, popolazione stanziata nelle valli meridionali dei Monti Brumosi. E’nota in ogni caso la loro avversione per Gondor e successivamente per i Rohirrim, che viene sottolineata dal fatto che essi si alleano a Saruman e prendono parte alla battaglia dei Guadi dell’Isen. I Dunlandiani erano i superstiti di quegli uomini che abitavano le valli dei Monti Bianchi un tempo, ed erano della stessa razza degli uomini morti di Dunclivo.

Questi ultimi furono maledetti da Isildur quando, molto tempo prima, il Sovrano di Gondor gli aveva chiesto di allearsi a lui. Questi avevano dapprima acettato, ma lo avevano poi tradito. Così Isildur li maledì e li condannò a passare il resto della loro vita nelle caverne de Monti Bianchi. E quando gli uomini morti aiutano Aragorn nella sua impresa a Pelargir, egli, in quanto erede di Isildur, li solleva dalla maledizione, permettendogli di vivere in pace per il resto dei loro giorni. Tornando ai Dunlandiani, essi si trasferirono durante gli Anni Oscuri nelle valli meridionali dei Monti Brumosi, altri si spinsero nelle terre deserte e addirittura fino a nord delle Tumulilande. Da questi discendevano gli Uomini di Brea. Nonostante la loro avversione per i Dúnedain, essi erano sudditi di Gondor, ed erano troppo deboli per liberarsi dei reggenti. Presto però la potenza di Gondor cominciò a declinare, e i Dunlandiani cominciarono a ribellarsi, effettuando spesso incursioni a est dell’Isen. Quando i Rohirrim si insediarono nel Calenardhon, però, respinsero sotto il comando di Brego e Aldor gli invasori Dunlandiani, attirandosi addosso l’odio di questi ultimi.

Ultimi interventi

Vedi tutti