Questo sito contribuisce alla audience di

La terra di mezzo

Breve descrizione della terra di mezzo

Sulla Terra di Mezzo nascono i primi Elfi (presso il lago di Cuiviénen, a est) , i primi Uomini e i primi Nani. La Terra di Mezzo è abitata prevalentemente sulla costa occidentale e la zona centro-occidentale, siccome a est si estende un’enorme zona desertica, così come a sud, dove vi è l’Harad e l’Estremo Harad. A nord un tempo si trovava Angband, la fortezza di Morgoth, così come a est si trovava Utumno, la fortezza ancora più antica di Morgoth. A ovest si trovano come già accennato i maggiori insediamenti umani, come Gondor, il regno meridionale fondato da Isildur, e Arnor, quello settentrionale fondato da Elendil e poi caduto in rovina. Sempre a est si trova la Contea, la regione abitata dai Periannath, gli Hobbit.

Le regioni costiere del Lindon sono abitate dagli Elfi, mentre le regioni montane degli Ered Luin, i Monti Azzurri, sono la sede di alcune famiglie di Nani. Questi ultimi, dopo avere abitato per lunghi anni nelle aule di Moria, nel cuore dei Monti Brumosi, si sono poi sparsi per la Terra di Mezzo, andando a ovest e al nord, dove fondarono il regno di Erebor, la Montagna Solitaria. La foresta più estesa della Terra di Mezzo è sicuramente Bosco Atro, che nel corso degli anni ha cambiato molti nomi; all’inizio era Parth Galen, Boscoverde il Grande. Quando Sauron si insediò in Dol Guldur, il bosco venne chiamato Bosco Atro, per via delle malvagie creature che lo popolavano nel sud fino alla caduta definitiva di Sauron; infine, con l’inizio della Quarta Età, esso venne chiamato Parth Lasgalen, Bosco di Verdefoglia.

Ultimi interventi

Vedi tutti