Questo sito contribuisce alla audience di

Le due torri

La canzone dell'Olifante

Come un topo son grigio

E grande come un edificio,

Il mio naso è un serpente

E il mio passo irruente

Fa tremare la terra

Molto più di una guerra.

Con due corna in bocca

Camminare mi tocca,

Sventolando l’orecchio.

Ma non sono mai vecchio

Pur marciando parecchio,

Pur se supino mai,

Neanche per morire mi vedrai.

Io sono Olifante,

Il più importante,

Il più grosso e il più grande.

Se un giorno t’incontro

Non scorderai lo scontro;

Ma se non mi vedi,

So che non mi credi.

Eppur sono Olifante,

Il vecchietto ben portante

Ultimi interventi

Vedi tutti