Questo sito contribuisce alla audience di

Il ritorno del re

La Profezia di Malbeth

Vedo già sulla terra una lunga ombra,

Mutarsi ad occidente in buia tenebra.

Trema la Torre; e vicino è il destino

Alle tombe dei re. Sorgono i Morti,

E giunta è l’ora per i traditori:

Di nuovo, in piedi sulla Roccia di Erech,

Udran sui colli lo squillar di un corno.

Chi suonerà? Chi, dalle grigie tenebre,

Quella perduta gente chiamerà?

L’erede di colui che allor tradirono

Verrà dal Nord, sospinto dal bisogno,

E varcherà il Cancello che separa

Le nostre vie dai Sentieri dei Morti.

Ultimi interventi

Vedi tutti