Questo sito contribuisce alla audience di

La battaglia dei cinque eserciti

Il conflitto finale de Lo Hobbit

La battaglia dei cinque eserciti è il conflitto finale raccontato da J.R.R. Tolkien ne Lo Hobbit. Prende il nome dai cinque schieramenti che vi hanno preso parte: uomini, elfi, nani, orchi e mannari; vi hanno poi preso parte anche le aquile e Beorn.

La battaglia ha avuto luogo il 23 novembre 2941 T.E. alle pendici della Montagna Solitaria. La causa scatenante della battaglia è inizialmente la divisione del tesoro ritrovato nell’Erebor dopo la morte del drago Smaug; si fronteggiano quindi nani, elfi e uomini.
L’arrivo di un esercito di orchi e mannari cambia però improvvisamente le prospettive; si scontreranno quindi due coalizioni: una formata da nani, elfi e uomini e l’altra formata da orchi e mannari.

Le sorti della battaglia sono in favore degli orchi anche dopo l’arrivo delle acquile; il capovolgimento giunge con l’arrivo di Beorn sotto forma d’orso che abbatte nemici a profusione. Alcuni tra i morti “illusrti” degli scontri sono i nani Fili e Kili e il loro re Thorin.

Il Re sotto la Montagna risorse e questo ebbe conseguenze anche durante la Guerra dell’Anello ddato che permise ai nani a agli uomini di Dale di difendersi dall’assedio di Mordor; molti orchi inoltre persero la vita e questo rese più facile la distruzione di Dol Guldur.

Ultimi interventi

Vedi tutti