Questo sito contribuisce alla audience di

Amore ... cosa si prova per te!

Sintomi riscontrati che possono sconfinare addirittura in patologie cliniche.

Nella fase dell’ innamoramento, dell’ amore poi e dell’ eventuale abbandono si sono riscontrati sintomi che possono sconfinare addirittura in patologie cliniche. Sinteticamente:

OSSESSIONE - L’attenzione è monopolizzata da pensieri e immagini che la volontà non riesce a scacciare. Si hanno difficoltà di concentrazione e di impegno in attività quotidiane ed inoltre pensiero ed azione si confondono.

DIPENDENZA - Nel caso di un incontro con una persona di cui ci si sente attratti il cervello rilascia la feniletilamina, un composto simile all’amfetamina. L’abbandono causa invece un brusco abbassamento del suo livello, che assomiglia molto alla crisi di astinenza di un tossicodipendente. Anche le aree cerebrali coinvolte sono le stesse nell’innamoramento e nel consumo di oppiacei e cocaina, come ha dimostrato uno studio di Semir Zeki pubblicato su ‘NeuroReport’ nel 2000.

PERDITA DI IDENTITÀ - Durante l’innamoramento si può assistere al fenomeno del superamento delle barriere della propria personalità ma questo avviene soprattutto dopo un lungo periodo di vita in coppia, e può sconfinare nel patologico. La sindrome è riconosciuta dalla psichiatra ufficiale ed è frequente soprattutto tra marito e moglie. Uno dei due membri della coppia inizia a soffrire di allucinazioni o manie persecutorie che contagiano l’altro. Questo tipo di sindrome può essere all’origine di suicidi di coppia.

DEPRESSIONE - La semplice separazione dalla persona amata può portare con se tutti i sintomi comuni nella depressione. Le statistiche sui suicidi indicano nella depressione e nelle delusioni amorose due dei maggiori fattori di rischio.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti