Questo sito contribuisce alla audience di

Italiani sempre più TV-dipendenti nel tempo libero

Interventi attinenti

Tratto da ANSA 26.04.2006

ITALIANI SEMPRE PIU’ TV-DIPENDENTI NEL TEMPO LIBERO

ROMA - Per gli italiani, come per il resto dei cittadini europei, guardare la tv è la principale attività di tempo libero, sia per numero di persone che mediamente la guardano nel corso della giornata sia per tempo dedicato.

Dopo la tv (che raccoglie il 39,8% del tempo libero della popolazione tra 20 e 64 anni), figurano la socialità (23,4%) e lo sport e attività all’aperto (12,6%). E’ quanto emerge da una indagine Istat sulle famiglie, dedicata all’Uso del tempo, relativa agli anni 2002/2003, e che ha coinvolto circa 21 mila famiglie per un totale di 56 mila persone.

La tv resta dunque per uomini e donne, giovani e meno giovani, l’attività di tempo libero più praticata e a cui si dedica una più ampia parte della giornata. In un giorno medio il 77,5% della popolazione di 20-64 anni trascorre almeno 10 minuti guardando la televisione: in particolare, si tratta del 79,7% degli uomini e del 75,4% delle donne. Dopo la tv, l’attività di tempo libero a cui i cittadini dedicano maggiore spazio è la vita sociale: chiacchierare, ricevere ospiti, intrattenersi in luoghi privati o pubblici con parenti, amici, altre persone sono attività svolte in un giorno medio dal 57,7% della popolazione adulta. Mediamente vi si dedica poco meno di un’ora (54 minuti), ovvero più di un quinto del tempo libero totale. Per la precisione la socialità occupa il 22,9% del tempo libero degli uomini e il 23,4% del tempo libero delle donne.

Le attività sportive e l’esercizio fisico in generale, comprese le passeggiate, si collocano al terzo posto per tempo a essi dedicato e frequenza di partecipazione. In un giorno medio settimanale, il 27,6% della popolazione adulta dedica almeno 10 minuti della propria giornata a questo tipo di attività. In particolare, gli uomini trascorrono il 13,6% del loro tempo libero praticando sport o altre attività fisiche (35′); le donne l’11% (23′). Nelle classi di età centrali l’investimento di tempo in questo tipo di attività è più contenuto.

Alla lettura di quotidiani, riviste, libri, ecc. (che coinvolge in un giorno medio il 29% della popolazione con un’incidenza maggiore tra i 35 e i 54 anni) le donne dedicano il 7,7% del proprio tempo libero e gli uomini il 7,4%. Agli hobby e ai giochi gli uomini dedicano mediamente più tempo delle donne (16′ contro 11′).

© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati 26/04/2006 15:38

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti