Questo sito contribuisce alla audience di

wwwdontdatehimgirl.com: i maschi al contrattacco!

Il sito americano nato per mettere alla berlina i 'Casanova' d'oltreoceano è stato denunciato per diffamazione

Supportato da un’abile campagna pubblicitaria sui network americani senza contare i gadget (borse e magliette), ‘don’tdatehimgirl’ (non uscire con lui ragazza) è diventato uno dei siti americani più cliccati dalle donne tradite, furiose e deluse d’America.


Da più di un anno il sito
contiene le esperienze negative, raccontate online con tanto di fotografia dei ‘colpevoli’, e le accuse che le donne muovono ai mariti-amanti-fidanzati scoperti ‘in flagranti’ o a mentire. Una rapida scorsa all’elenco (con tanto di fotografia) e si può vedere se l’attuale ‘boy friend’ ha un passato hot. Gli accusati hanno però l’optional di potersi difendere online.


Ora un avvocato, Tod Hollis,
dopo essere stato diffamato sul sito, ha avviato un procedimento legale contro Tasha Joseph l’ex giornalista creatrice di ‘Don’tdatehimgirl’. Reazione troppo violenta da parte di un accusato o semplice difesa della propria privacy? Vi sembra corretto aprire siti dove donne che si considerano ‘ingannate’, ma di cui è impossibile verificare la veridicità di quanto asseriscono, possano inserire addirittura foto dei cosiddetti ‘rei’ poco confessi avviando così una pubblica diffamazione?

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti