Questo sito contribuisce alla audience di

Incubazione dei sogni

L'incubazione dei sogni è un metodo antichissimo che forse alcuni di voi forse già praticano istintivamente, e che può riservare grandi risultati.

incubare un sogno redon

Desidero parlarvi di un metodo di lavoro con i sogni che alcuni di voi forse già praticheranno istintivamente e che veramente può riservare grandi risultati.

Si chiama “incubare un sogno” ed è forse il più antico metodo di lavoro con i sogni. In passato chi si recava dai vari oracoli per ricevere lumi, spesso dormiva vicino ai templi, proprio per ricevere un sogno rivelatore, una risposta alle proprie domande.
In molte culture tribali è stato usato questo sistema, anzi molto probabilmente le documentazioni degli antropologi hanno riportato in auge un metodo come questo.

Una popolazione come i Senoi della Malesia, ad es. hanno fatto del sogno e dell’attività onirica il centro della loro cultura al punto da formulare tutta una serie di metodi per l’interpretazione, la condivisione e l’applicazione di quanto arriva in sogno.

Questa è la premessa ….arriviamo al dunque.

Incubare un sogno significa avere un problema o una questione irrisolta a cui si desidera dare una risposta.

I sogni possono essere determinanti a questo proposito, metterci in contatto con i nostri bisogni più profondi e con una “intelligenza” più ampia e creativa.
I sogni NON possono prendere decisioni per noi, possono lavorare a nostro vantaggio e chiarirci le idee, ma la responsabilità delle nostre scelte, spetta al nostro “IO” diurno.
Quindi: avere fiducia nell’aiuto e nei suggerimenti del nostro inconscio, ma usarli per potenziare la nostra capacità di scegliere, di prendere decisioni o di fare chiarezza.

Cominciamo?

  • Individuare con chiarezza il problema a cui si vuole dare una risposta, scriverlo prima di addormentarsi sopra il proprio quaderno dei sogni e lasciare il tutto a portata di mano sul comodino.
  • Formulare una domanda precisa sul problema in questione, che sia abbastanza breve e significativa di ciò si vuole sapere.
  • Riflettere attentamente e scrivere anche questa domanda… sentire se è giusta e riflette con esattezza ciò che si vuole sapere, poi andare a letto.
  • Prima di addormentarsi ripetere la domanda dentro di se’, con convinzione, sentendo che arriverà una risposta. Poi mollare il controllo, abbandonarsi al sonno, lasciare che le cose vadano come devono.
  • Durante la notte, oppure al mattino, scrivere tutto ciò che arriva come sogno o frammento o visione, senza giudizio, senza interpretare, senza catalogare, limitandosi ad un lavoro di semplice registrazione.

Nel prossimo articolo una breve panoramica di quelle che sono le più frequenti possibilità di risposta da parte dell’inconscio….Continua a leggere

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo