Questo sito contribuisce alla audience di

I Se' rinnegati

I Se' rinnegati sono parti della personalità cui non è permesso di esprimersi nella vita conscia. Sono uguali ed opposti ai Se’ primari che invece agiscono nella realtà dell'individuo.

se rinnegati magrite

I Se’ rinnegati sono parti della personalità cui non è permesso di esprimersi nella vita conscia. Sono uguali ed opposti ai Se’ primari che invece agiscono nella realtà dell’individuo.

Immaginiamo un bambino molto piccolo che dipende in tutto e per tutto dall’amore e dall’approvazione della madre impara molto presto che “sorridere” è qualcosa che provoca reazioni di accudimento ed amore.

Sorridere rende la madre felice e rende il mondo più bello e più “sicuro”.

Nasce un Se’ primario che ha lo scopo di proteggere il bambino dall’insicurezza e dalla paura di non essere accettato ed amato.

La conseguenza sarà una amplificazione della naturale tendenza al sorriso e la necessità di tenere da parte le energie opposte che possono presentarsi. Il bambino quando piange o si arrabbia oppure è infelice e grida, viene sgridato oppure ignorato. Le reazioni e l’ irritazione della madre lo rendono più insicuro, il suo mondo non è più così bello.

Il bambino impara che rabbia e pianto sono male e queste energie che naturalmente si manifestano vengono “rinnegate”, spinte via. Ogni individuo svilupperà nel corso della sua crescita i Se’ primari che lo fanno sentire sicuro ed accettato prima nel suo ambiente famigliare poi nella scuola o chiesa, in seguito nella società. Lo sviluppo di ognuno di queste parti prevede l’eliminazione degli aspetti che la famiglia-scuola società giudicano “non buone”.

Tornando al nostro esempio: il bambino sentirà ancora la rabbia o il desiderio di strillare, ma imparerà a controllarla e col passare del tempo potrà non sentire più lo stimolo di queste emozioni.

Ma cosa accade degli aspetti rinnegati? Vengono realmente eliminati? No. Vengono rimossi, ricacciati in profondità, seppelliti in una sorta di “cantina” della psiche e contribuiscono a formare quella che Jung chiamava l’ Ombra.

Ma quanto più saranno sepolti e dimenticati nella nostra psiche tanto più cercheranno di farsi sentire in tutti i modi, sabotando la nostra vita e venendoci incontro attraverso sogni ed incubi, tic nervosi o coazioni a ripetere, malattie psicosomatiche, fantasie diurne, oppure usciranno nei momenti più inaspettati con grande dolore e vergogna del nostro sistema primario.

(Liberamente tratto da dispense di Formazione al Voice Dialogue )
Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida