Questo sito contribuisce alla audience di

La cucina nei sogni

La cucina nei sogni è un luogo di trasmutazioni alchemiche, di trasformazioni psichiche, rappresenta il momento dell’evoluzione interiore,....

cucina sogni

La cucina è il centro della casa intesa come focolare domestico, è legata alla famiglia ed agli affetti, è il luogo in cui si cucinano i cibi, in cui ci si ritrova per mangiare e simbolicamente, si collega sia al femminile nel suo aspetto intuitivo ed accogliente, che alla rielaborazione e trasformazione delle esperienze.

E’ un luogo di trasmutazioni alchemiche, di trasformazioni psichiche, rappresenta il momento dell’evoluzione interiore, ma fa riferimento anche ad un bisogno di “nutrimento” interiore.

C’è un esempio molto interessante a questo proposito: il sogno di Anna, molto identificata con il suo ruolo di madre nutrice, preoccupata dei figli, dei genitori, del marito, dedita costantemente agli altri. Il tempo da riservare a se stessa è inesistente e l’esigenza di “prendersi cura di se’ ” non viene nemmeno avvertita.

Anna sogna di entrare nella cucina di casa sua, perchè sente provenire un grande baccano, vede seduti al tavolo adulti della sua famiglia, amici e conoscenti oltre ai suoi bambini, tutti con il ciuccio in bocca ed il biberon a portata di mano.

Questo sogno fa molta impressione alla donna, le mostra quanto il suo ruolo materno sia preponderante in ogni rapporto, quanto sia soffocante per se’, ma impedisca anche agli altri di crescere. Il sogno mette in risalto la “cucina interiore” di Anna che contribuisce a mantenere o creare persone bisognose e dipendenti dal suo “nutrimento” (cure, attenzioni, interesse).

Così la cucina che appare nei sogni, farà riflettere sui ruoli familiari, sui sentimenti che sono in gioco, sulla propria creatività e capacità di vivere e trasformare le situazioni e di trovare una solidità affettiva dentro di se’.


Se vuoi saperne sempre di più sul mondo dei sogni iscriviti alla newsletter della Guida: http://guide.dada.net/sogni/index_newsletter.shtml

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo