Questo sito contribuisce alla audience di

I sognatori lucidi e l'adolescenza

I racconti al risveglio dei sognatori lucidi sono veramente appassionanti: rapiti delle forti emozioni provate, dalla vividezza delle immagini e delle sensazioni provate, continuano a ricercarle...

sognatori adolescenti

I racconti al risveglio dei sognatori lucidi sono veramente appassionanti: rapiti delle forti emozioni provate, dalla vividezza delle immagini e delle sensazioni provate (più forti che nella realtà e che a volte vengono paragonate ad un viaggio con allucinogeni), continuano a ricercarle, dapprima confidando nel fatto che ritornino spontaneamente come magari è avvenuto una prima volta, poi affidandosi alle tecniche di induzione.

Era per me inevitabile confrontare tali esperienze a ciò che la realtà più triste, piatta e frustrante portava nel mondo diurno a queste persone. L’adolescenza è un periodo di transizione problematico e spesso traumatico. Un momento in cui spesso ci si sente privi di “potere”, la forza fisica e le pulsioni vitali, si scontrano con l’incapacità e la difficoltà a relazionarsi con il mondo intorno, che sia quello dei coetanei o quello degli adulti.

Nello stesso tempo il mondo magico dell’infanzia è oramai rimasto indietro. Ci si può sentire poveri di mezzi, privi di possibilità, brutti e deboli, incapaci e indegni. Rinchiusi da mille limiti, arrestati da mille barriere. Il sogno lucido diventa allora un modo per “fuggire” una realtà piatta o sgradevole, per sperimentare finalmente riconoscimento e soddisfazione, forza, volontà attiva, realizzazione. Era facile a questo punto, vedere al di là del benessere prodotto dal sogno lucido, e considerarne le implicite possibilità, il messaggio recondito.

  • Non potrebbe il sogno lucido essere il punto di partenza, lo sprone per sentire “le potenzialità” presenti dentro di se’?
  • Un modo per sperimentare attraverso l’esperienza del sogno nuove energie vivificanti, che sono già presenti nella personalità del sognatore e che hanno solo bisogno di trovare uno spazio?
  • Non potrebbe il sogno lucido recare il messaggio: TU PUOI?
  • Essere il punto di partenza per modificare qualcosa anche di giorno ?

Spesso in questa fase mi sono scontrata con la volontà del sognatore di “staccarsi” di proposito dalla realtà, di aggrapparsi al fascino del “non tangibile” e del mistero che l’esperienza del sogno lucido irradia. Riportare il sognatore alla realtà, alla concretezza, alla sua vita viene sentito come un appiattimento, un sottovalutare l’esperienza avuta, limitarla, circoscriverla, privarla di valore.

Di solito agli adolescenti non interessa il messaggio o il legame con il presente, cercano volontariamente di decontestualizzare l’evento per lasciarlo in un’aura di mistero, di intangibilità che è ciò che più li affascina.
Il mio lavoro in questa situazione non è semplice, si tratta di seguirli e di raggiungerli passo dopo passo per avvicinare due modi di vedere che non sono poi così contrastanti.


Leggi anche “Esperienza diretta con i sogni lucidi”

Marzia Mazzavillani Copyright ©Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida