Freud e l'interpretazione dei sogni

Nel 1900 Sigmund Freud pubblicò ” L’interpretazione dei sogni” (“Die Traumdeutung”) ed in questo saggio, considerato il manifesto della psicoanalisi, formalizzò i suoi studi e le sue idee su questo tema portandolo all’attenzione della comunità accademica dell’epoca ed investendolo di dignità scientifica.

freud collage

Nel 1900 Sigmund Freud pubblicò L’interpretazione dei sogni (“Die Traumdeutung”) ed in questo saggio, considerato il manifesto della psicoanalisi, formalizzò i suoi studi e le sue idee su questo tema, portandolo all’attenzione della comunità accademica dell’epoca ed investendolo di dignità scientifica.

Per cinque anni Freud analizzò personalmente i propri sogni. Questo percorso di autoanalisi lo portò a focalizzare sempre più la sua attenzione verso l’attività onirica, nell’intuizione che proprio il sogno fosse il ponte, il collegamento da lui ricercato che conduce alle zone misteriose della psiche umana. Che fosse il sogno “la via regia che porta all’inconscio”.

La dottrina strutturata nell “Interpretazione dei sogni ” di Freud distingue nel sogno un contenuto manifesto: il racconto del sogno, la narrazione, le varie parti di cui è composto, ed un contenuto latente: il significato del sogno, il messaggio, ciò che è nascosto, che è mascherato dalla censura interna e che rifiuta di arrivare alla coscienza.

La censura messa in atto dal super-Io, durante il sonno si affievolisce e permette ai contenuti dell‘inconscio di riversarsi nei sogni. Questo non avviene in modo diretto, ma tramite immagini simboliche, maschere, amplificazioni, finzioni che hanno l’unico scopo di rendere accettabile per la coscienza il mondo rimosso o il desiderio inconfessabile del sognatore.

Per Freud, il sogno: “rappresentazione mascherata di un desiderio represso,” è un fenomeno del tutto naturale, un prodotto umano che nasce da meccanismi ben comprensibili, che ha origine dall’inconscio, ma è sostenuto da una sua logica, se pur diversa da quella della razionalità diurna.

Nei sogni, ogni aspetto della vita del sognatore può tradursi in una rappresentazione visiva, desideri o istinti, pensieri e conflitti, delusioni, attrazioni, assumono una forma sostitutiva, simbolica che segue regole ben precise.

Per Freud l’interpretazione dei sogni è lo strumento per accedere e chiarire la deformazione dei sogni, per arrivare al contenuto latente, ai contenuti nascosti, al “vero” significato del sogno legato all’appagamento di un desiderio.

Seguendo le regole, da Freud codificate, per l’interpretazione dei sogni, il sogno si rivelerà un insieme chiaro e logico di pensieri, bisogni e desideri di matrice infantile, sessuale o ambedue le cose.

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida





Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • alessia

    12 Dec 2008 - 21:59 - #1
    0 punti
    Up Down

    come puo essere spiegato ke io mi sogno sempre le stesse persone?

Peeplo Search

Vuoi inserire la Search di Peeplo sul tuo sito ?

Provala subito!