Questo sito contribuisce alla audience di

Panorama dei termini più usati nello studio dei sogni 4

Tratto da "Nel mondo dei sogni" di Aldo Carotenuto ed integrato da altri termini rilevanti per il tema trattato.

termini sogni

IMMAGINE ARCHETIPICA Precipitato simbolico dell’archetipo collettivo. In alcune immagini tipiche vengono riassunte delle forme universali che si ripropongono nella specificità del soggetto. Figure ricorrenti sono ad esempio il viandante, l’eroe, il drago attraverso i quali si simbolizzano delle caratteristiche umane che hanno però carattere universale.

INCONSCIO La sua rilevanza psicologica è legata all’opera di Freud, che gli conferisce una strutturazione sia”topica” che “descrittiva”. Nella pri ma accezione esso corrisponde al luogo nel quale risiedono tutti i contenuti allontanati e rimossi da preconscio e conscio; nella seconda, indica l’insieme dei contenuti non presenti nel campo della coscienza.

INCONSCIO COLLETTIVO Concetto teorico introdotto da Jung. Sta ad indicare quella parte dell’inconscio che non attiene strettamente alla sfera individuale, ma riecheggia i sedimenti di un retaggio collettivo risalenti alla comune appartenenza al genere umano.

IO Nella concezione freudiana è un’istanza dell’apparato psichico. ” Nella sua veste di elemento di confine, l’Io vorrebbe farsi mediatore fra il mondo e l’Es” ( Freud 1922 “L’io e l’Es” in Opere vol.IX-Boringhieri TO 1977 pag.517) Intendendo con l’Es, la parte più istintuale e pressante della psiche individuale. L’Io svolge, pertanto, un ruolo di mediazione tra le varie istanze che regolano la vita psichica dell’uomo, ponendole in giusto rapporto con le possibilità offerte dal reale. In questo senso obbedisce al “principio di realtà”.

ISTERIA Forma di nevrosi che manifesta sintomi fisici, la cui matrice non è però organica bensì psicologica. Particolare interesse al suo manifestarsi è stato dimostrato da Janet, Breuer e Freud. Quest’ultimo si distaccò dall’utilizzo dell’ipnosi per l’indagine el a cura dell’isteria e introdusse il metodo delle libere associazioni.

Continua

Indietro