Questo sito contribuisce alla audience di

Panorama dei termini più usati nello studio dei sogni 6

Tratto da "Nel mondo dei sogni" di Aldo Carotenuto ed integrato da altri termini rilevanti per il tema trattato.

termini sogni

RANK OTTO ( 1884-1930) Psicoanalista viennese. Ipotizzò la presenza di un evento traumatico alla base della fragilità psichica umana, identificandolo col parto, momento in cui il bimbo viene espulso, “cacciato” dal mondo caldo e sicuro del ventre materno, per ritrovarsi nel più ostile mondo esterno. Definì tale evento come “trauma della nascita”.

REPRESSIONE Esclusione consapevole di un contenuto psichico ritenuto spiacevole ed indesiderato. E’ un meccanismo che attiene al campo della coscienza, e pertanto si oppone alla rimozione.

RIMOZIONE Meccanismo inconscio di difesa, formulato dalla psicoanalisi freudiana, attraverso il quale, un contenuto psicologico, che non può essere soddisfatto poichè in contrasto con altre tendenze psichiche, viene eliminato dalla coscienza.

SACH HANS (1891-1947) Psicoalanalista, i suoi contributi più rilevanti attengono alla psicoanalisi dell’arte e della letteratura. Ha fondato con Otto Rank nel 1912 la rivista “Imago”, e nel 1939 la versione americana della medesima, pubblicata tutt’oggi.

SAINT DENIS (De) HERVEY rappresenta insieme a Maury, uno degli esponenti più rappresentativi della psicologia sperimentale ottocentesca. Condusse numerose sperimentazioni introspettive sui meccanismi onirici, interessandosi in particolar modo alle “immagini” del sogno.

SPOSTAMENTO Meccanismo psichico utlizato dall’inconscio per canalizzare l’accentuazione energetica da un elemento all’altro, legati tra loro da una sequenza associativa.Secondo Freud, nel sogno il”risultato di questo spostamento è che il contenuto onirico non assomiglia più al nucleo dei pensieri del sogno e che ils ogno riflette soltanto una deformazione del desiderio onirico esistente nell’inconscio” ( Freud 1899- L’interpretazione dei sogni in Opere vol III, Boringhieri-To pag. 284)

STATO IPNAGOGICO Stato che precede il sonno, durante il quale il livello di coscienza si affievolisce e fanno la comparsa particolari allucinazioni che possono scomparire o completarsi nel sogno.

SUBLIMAZIONE Meccanismo di difesa freudiano attraverso il quale il contenuto libidico o aggressivo di un desiderio, che non può essere soddisfatto nell’immediato, modifica la sua meta, indirizzandosi su un oggetto condiviso e accettabile. L’attività artistica, nell’ottica freudiana, è un esempio dell’azione di tale meccanismo.

TRASLAZIONE Con questo termine si usa designare il “transfert”, ossia quella partciolare relazione che si instaura soprattutto fra terapeuta e paziente, la quale fa sì che si proiettino sull’analista rappresentazioni inconscie che derivano dalla costallazione interiore del paziente.

VOLONTA’ DI POTENZA Spinta motivazionale che opera per l’affermarsi dell’individuo nella vita. Essa, in realtà, compensa l’intima insicurezza dell’uomo, in modo sano se lo rende assertivo, in modo patologico se supera il sentimento sociale.

WINNICOT D.W. (1896-1971) Esponente di spicco della psicoanalisi, a lui si devono importanti sviluppi teorici del pensiero psicoanalitico, soprattutto del rapporto madre-bambino. In quest’ambito, rientra l’introduzione del concetto di “spazio transizionale” e quello della funzione di contenimento ( holding) svolta dalla madre nei primi momenti di vita del bambino.

Indietro