Questo sito contribuisce alla audience di

Shakespeare

"Sogno di una notte di mezza estate" atto IV, scena I, 205-26

E i nostri sogni raccontiam strada facendo.

Ho avuto un sogno (…) l’uomo non è che un somaro, se si mette a spiegar questo sogno. (…) Occhio umano non ha udito, ne’ orecchio umano ha visto, mano d’uomo non è in grado di gustare, ne’ la sua lingua di comprendere, ne’ il suo cuore di narrare, quello che fu il mio sogno: Farò scrivere una ballata intorno a questo sogno: sarà intitolata ” Il sogno di Bottom”, perchè è senza fondo…..

Condizioni d’ uso

del materiale pubblicato nella guida