Questo sito contribuisce alla audience di

I sogni di Matteo

Ho conosciuto Matteo nell’Erboristeria presso la quale, per circa un anno, ho fornito consulenza per i sogni. Matteo è sempre stato un grande sognatore, all’epoca (2003/04) aveva 17 anni ed era iscritto al Liceo Scientifico di Forlì.

sogni matteo simboli

Ho conosciuto Matteo nell’Erboristeria presso la quale, per circa un anno, ho fornito consulenza per i sogni. Matteo è sempre stato un grande sognatore, all’epoca (2003/04) aveva 17 anni ed era iscritto al Liceo Scientifico di Forlì.

Figlio unico di una famiglia borghese: il padre medico e la madre collaboratrice in uno studio di architettura, aveva un rapporto conflittuale soprattutto con il padre a cui rimproverava l’indifferenza nei suoi confronti, le frequenti assenze fuori casa ed i giudizi lapidari e severi con cui liquidava ogni sua iniziativa e richiesta. La madre era molto accondiscendente, ma anche ansiosa e preoccupata per ogni nuova esperienza che il ragazzo dovesse affrontare.

Matteo era stato un bambino solare e simpatico che amava la compagnia e gli estranei, ma ora mostrava una tendenza all’introversione, all’ansia e al mutismo. Aveva in quell’anno scolastico diverse difficoltà a scuola, le richieste degli insegnanti ed il livello di rendimento generale molto alto della classe, lo tenevano costantemente in apprensione.

Era sempre stato un buon scolaro, diligente e preparato, ma non si sentiva più all’altezza della situazione e delle aspettative dei genitori e degli insegnanti. I suoi compagni di classe gli apparivano secchioni e falsi, preoccupati solo di avere un voto in più. L’atmosfera in classe era sempre tesa e per nulla divertente. Ogni tentativo di scherzare era catalogato come infantile o idiota e Matteo si sentiva spesso sotto accusa, si sentiva un “semplice”, un “infantile”, un “idiota”.

Matteo ha sempre fatto sogni lucidi spontaneamente, ma in quel periodo ricercava anche nuove tecniche che lo aiutassero ed aumentassero la sua lucidità. I suoi sogni lucidi erano molto frequenti ed estremamente gratificanti. E’ venuto da me più per il desiderio di raccontarli e mettere al corrente qualcun altro di queste sue avventure notturne, che per il bisogno di capire o avere spiegazioni.

Era in effetti un desiderio di “raccontarsi” che mi ha subito incuriosita. Matteo ha continuato a seguirmi e a lavorare regolarmente con me per circa 8 mesi durante i quali abbiamo esplorato diversi aspetti della sua vita familiare e di relazione fino a vedere blocchi ed ostacoli e toccare con mano le difficoltà presenti nella sua vita.

Il lavoro con Matteo, anche se profondo e chiarificatore, è proseguito con grande leggerezza. Ci sono stati momenti intensi ed anche dolorosi, ma le emozioni suscitate dai temi più intimi si sono diluite e stemperate attraverso la seduta di rientro nel sogno.

La partenza di ogni sessione di lavoro era infatti sempre costituita da un sogno lucido.

Riporto di seguito tre sogni campione fatti da Matteo all’inizio, a metà e quasi alla conclusione del suo lavoro con me. Continua >>>>

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

Leonardo Di Caprio per I sogni di Matteo

I sogni di Matteo
Leonardo Di Caprio per I sogni di MatteoLeonardo Di Caprio per I sogni di MatteoLeonardo Di Caprio per I sogni di MatteoLeonardo Di Caprio per I sogni di MatteoLeonardo Di Caprio per I sogni di Matteo