Questo sito contribuisce alla audience di

Sognare una sposa e le suore

Nel sogno seduta sulla panchina ora c’è una suora ed una donna con un grande vestito da sposa bianco, di quelli proprio classici con un lungo velo di tulle...

suore sposa sogni

Nel sogno ho deciso di ricominciare a studiare, non so perché. Sto camminando lungo una strada e penso sia strano che mia mamma non mi abbia telefonato per sapere come va nella nuova città. Sono a Bologna da 2 giorni (non ho mai studiato a Bologna, ma a Padova, a Bologna abita da alcuni anni un’amica carissima che io considero una sorella ). La via che percorro, da piuttosto buia che era, diventa più luminosa, assomiglia ora a una via molto vicina a casa dei miei genitori che percorrevo molto frequentemente quando abitavo là.

Entro in un giardino piccolo, ci sono alcune suore che stanno parlando in piedi davanti all’ingresso del giardino. Devo per forza passare di là per andare alla scuola. Chiedo permesso alle suore che stanno parlando in piedi davanti all’ingresso del giardino.

Mi accorgo che seduta sulla panchina ora c’è una suora ed una donna con un grande vestito da sposa bianco, di quelli proprio classici con un lungo velo di tulle.

Cerco di mettere i piedi in modo da non toccare il velo, che è sempre più esteso, sembra che quasi si avviluppi ai miei piedi. Salto dietro la panchina. Nel momento in cui stacco il piede da terra, sento il rumore del tulle che si strappa. Supero la sposa , il cui velo continua ad ingrandirsi sempre di più e che quasi mi impedisce di passare, e supero la panchina. Ce la faccio.

Quando sono al di là trovo delle persone che mi conoscono bene, ma che io non riconosco. Sono tutte donne della mia età, e mi dicono di essersi stupite nell’apprendere che avevo voluto iscrivermi alla scuola perché si ricordavano di quanta sofferenza mi avesse dato la scuola di suore (Ho fatto i primi 3 anni di liceo in un collegio di suore, e questo è stato l’inizio di molti miei problemi, che mi trascino ancora oggi). Mentre parliamo, guardo il velo della sposa, che io so di aver calpestato senza volerlo, e mi accorgo di averlo strappato, ma faccio finta di niente.

Guardo furtivamente verso le suore per vedere se si sono accorte dello strappo al velo, ma sembra che nessuno se ne sia accorto, perché continuano a parlare tra loro. Mi concentro sulle persone ( circa 3 o 4 ) che mi stanno parlando. So che sono state mie compagne di scuola (del liceo delle suore ), ma non riesco proprio a ricordarmi chi sono e i loro nomi, mentre loro si ricordano bene di me e mi dimostrano tanto affetto, amicizia e calore. Quando mi dicono di essere stupite perché ho scelto quella scuola, penso anch’io che sia strano. (R. -Livorno)

——————————————————————————————————

E’ possibile che questa “decisione” o spinta, riportata all’ambito della tua realtà, si sia preannunciata a Bologna in compagnia della tua amica-sorella? E’ molto interessante il contrasto tra questi due femminili interiori: la madre e l’amica-sorella. Forse dentro di te senti la parte “madre” inadeguata (non ti ha telefonato- dimostra indifferenza…), mentre sei più in contatto con l’energia dell’amicizia e della sorellanza.

Ora percorri una strada che da buia diventa luminosa, (può essere la decisione presa?) ed il sogno ti fa fare un viaggio a ritroso nel tempo: casa dei tuoi, nei posti che conosci molto bene e che hanno fatto parte della tua vita di adolescente… entri nel giardino e qui le suore ti sbarrano la strada … E’ possibile che tu abbia identificato le suore con il potere e le regole? O con l’ostacolo che si frapponeva fra te e la “vita”, vista con gli occhi di una ragazzina? Le superi e trovi sulla panchina una suora seduta ed una sposa vestita di bianco.

Direi che questa immagine è quella piu’” forte” che, a mio parere, racchiude il nucleo più profondo del sogno: innanzitutto queste due figure simboliche sono antitetiche: una bianca, l’altra nera, una contratta e rigorosa (pensa all’abito della suora), l’altra espansa e dilagante, una la sposa dell’ uomo, l’altra la sposa di Cristo, una pronta ad andare verso la sessualità, l’altra che a questa ha rinunciato…. insomma troviamo qui una polarità potente che coesiste in questi nuovi femminili che fanno parte della tua personalità.

Perchè, se quest’immagine rimanda ad un tuo vissuto: la scuola con le suore, il matrimonio (non so se sei sposata, ma presumo che tu lo sia stata), simbolizza anche due energie che coesistono in te. Probabilmente la suora rappresenta tutta una serie di valori e regole che ormai fanno parte della tua vita, e la sposa porta il desiderio, il sogno, la fiducia e l’apertura verso il futuro. Il velo avviluppante che si stende a riempire tutto lo spazio, sembra il simbolo di quello che, in questo ipotetico matrimonio, puoi avere vissuto.

  • Ti sei sentita legata?
  • Hai sentito voglia di fuggire?
  • Ti sei sentita soffocare?
  • Quanto di questa suora hai portato all’interno del matrimonio?

Di qui il bisogno di andare al di là, ma per farlo devi saltare, e questo salto presuppone un grande cambiamento (separazione? divisione?). Lo strappo nel tulle che con questo salto provochi , è simbolo di rottura, di una frattura …… riuscire a passare al di là di tutto quello che il velo rappresenta, è una grande fatica. Non so nulla di te, ma è molto facile riportare queste immagini a ciò che puoi avere vissuto con una separazione. La paura che le suore si accorgano dello strappo nel velo dimostra che il giudice più grande, rispetto a quello che hai vissuto e che vivi, è dentro di te. Vuoi superare e andare avanti, e nello stesso tempo ti giudichi per non aver mantenuto fede alle regole che le suore, ed anche il velo, incarnavano.

Oltre, ci sono le amiche che ti conoscono bene, ma che tu non riconosci. sono sempre tue sub-personalità che potremmo identificare come parti adolescenti (sei tornata ragazza? Sei tornata a vivere sola?) che rappresentano il calore e l’affetto che è dentro di te. Sono stupite del tuo tornare alla scuola delle suore, perchè le parti adolescenti non vogliono avere niente a che fare con le regole e la responsabilità.

Il messaggio del sogno è: trovare un centro tra queste due energie, ed anche fra tutte le altre che coesistono in te, in modo da non sentirti lacerata dai sensi di colpa ne’ passare improvvisamente alla ribellione o alla voglia di fuggire. Es. trovare un equilibrio tra i personaggi onirici dell’amica e della madre, della sposa e della suora, delle suore e delle amiche adolescenti che sono rappresentazione dei tuoi aspetti psichici.

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida