Questo sito contribuisce alla audience di

Freud e i ricordi di copertura

Questi ricordi vengono detti “ricordi di copertura” e sembrano formarsi anche con ricordi mnemonici di periodi successivi...

ricordi di coperturaQuesto l’argomento di un breve saggio in cui Freud affronta il tema dei ricordi infantili. Le sue osservazioni ed esperienze cliniche lo avevano convinto dell’importanza di questi ricordi frammentari, ma persistenti nella memoria dei pazienti, ricordi che potevano per lui mostrare forme patologiche, ma soprattutto contribuire all’identikit psicologico dell’individuo evidenziando con chiarezza la differente struttura psichica del bambino e dell’adulto.

Freud mette in rilievo come le tracce mnemoniche che formano una serie di avvenimenti, vengono riprodotte solo dal settimo o addirittura dal decimo anno di vita. Prima i ricordi sono fugaci e slegati, riconducibili più ad impressioni e ad episodi isolati. Ma a partire dall’età sopra citata, si crea una relazione tra il significato psichico di una esperienza ed il suo ricordo. In parole povere, quanto più una esperienza risulta determinante per i suoi effetti immediati o successivi, tanto più viene ricordata, mentre al contrario ciò che non è ritenuto importante viene dimenticato.

A questo proposito Freud scrive: “Se io riesco a ricordarmi un avvenimento anche molto tempo dopo che è accaduto, questa permanenza nella memoria mi prova il fatto che quell’avvenimento ha esercitato allora una profonda impressione su di me” ( S.Freud “Il sogno” Mondadori 1988)

Da questa constatazione Freud passa a confrontare le amnesie tipiche di taluni stati psichici patologici con l’amnesia tipica della prima fase della vita umana, chiedendosi come mai un bambino normalmente sviluppato, che a tre quattro anni svolge prestazioni altamente organizzate confrontando le cose e facendo deduzioni, per lo più non ricordi molte di queste esperienze.

Ecco allora sollevata la questione di quale sia solitamente il contenuto dei ricordi infantili. Secondo la psicologia dell’adulto ci si può aspettare che questi ricordi vengano scelti tra quelli più rilevanti, in parte ciò è confermato, perchè i ricordi infantili più remoti spesso riportano fatti che hanno provocato dolore o paura o vergogna.

Tuttavia è indispensabile rilevare che l’interesse del bambino si fonda su presupposti diversi rispetto a quello dell’adulto e, come Freud stesso dice, questo viene messo in risalto con l’esempio di: “ una persona che dica di ricordare diversi incidenti, risalenti all’età di due anni, accaduti alle sue bambole, ma che non ricordi i primi e tristi eventi a cui ha assistito allora.” ( Op.cit.)

Lo stupore aumenta quando episodi banali e privi di significato che non possono aver provocato un impatto emotivo, si imprimono profondamente nella mente infantile ed arrivano all’età adulta, mentre altri che hanno colpito drammaticamente e profondamente il bambino (almeno a detta dei genitori) non vengono ricordati. Questa la premessa che Freud utilizza per introdurre il meccanismo della sostituzione dei contenuti psichici.

L’esempio dei ricordi infantili ne è esempio, perchè mette in rilievo contenuti che appaiono non essenziali insostituzione ” di esperienze importanti.. Questi ricordi vengono detti “ricordi di copertura” e sembrano formarsi anche con ricordi mnemonici di periodi successivi, hanno un carattere “progrediente ” o “regrediente” a seconda del rapporto temporale fra l’episodio e la sua copertura, e sono detti negativi quando il contenuto è in netta opposizione con i contenuti repressi.

Freud termina il suo saggio rivelando che le analisi e le esperienze fatte, mostrano come le “falsificazioni menemoniche” siano funzionali agli scopi della rimozione di impressioni sconvenienti e sgradevoli quando non traumatizzanti, e conclude dicendo:” Forse possiamo persino dubitare di aver ricordi coscienti risalenti all’infanzia, e di averli invece sull’infanzia. I nostri ricordi infantili ci mostrano i primi anni di vita non come essi sono stati, ma come ci sono apparsi più tardi.” (op. cit:)

La foto del bambino è gentilmente concessa dal sito “Giacomo Arcidiaco”


Se vuoi saperne sempre di più sul mondo dei sogni iscriviti alla newsletter della Guida: http://guide.dada.net/sogni/index_newsletter.shtml

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Keira

    06 Jul 2009 - 06:49 - #1
    0 punti
    Up Down

    Cosa mi sapete dire Città della ricordata , o ricreata in Sognata inconscia Una Dimensione , Surreale , Intesa venire legame terra Alla Profondo di Nascita , la propria Città natale di Che influenza inconsciamente Il Nostro Futuro , attraverso ricordi , memorie , Brevi Immagini ..

    Gentile Keira .. La Città e Il Luogo di Confronto con Gli Altri Il Luogo di appartenenza , MA OGNI Città Sognata puo AVERE significati diversificazione .. ti Invito a leggere Le Città Invisibili di Italo Calvino - Una Lettura Affascinante e ” magica “su tempo condensato Tema .. UN caro Saluto
    Marni