Questo sito contribuisce alla audience di

La lingua nei sogni

Avere la lingua tagliata o trovarsi senza lingua nei sogni mostra la vulnerabilità del sognatore rispetto a qualche episodio che sta volgendo al termine e su cui non ha più influenza, un amore finito, un lavoro bloccato o assegnato ad altri, una decisione irrevocabile e subita.

lingua sogni

La lingua è la parte del corpo preposta al linguaggio ed al gusto. Per la sua estrema mobilità, il suo guizzare e ritrarsi viene paragonata ad una fiamma, e della fiamma ha il potere, che si esprime nel creare, cantare, esaltare o nel distruggere, giudicare, separare.

Perchè la lingua è l’organo attraverso cui prende vita la parola e fluisce il linguaggio, e che produce suoni, schiocchi, canti, sibili, che con questi sottolinea, loda ed apprezza, o al contrario biasima,disprezza, condanna.

La funzione sociale che si esprime attraverso l’uso del linguaggio, ne fa un simbolo di grande importanza, ma anche di grande impatto visivo ed emotivo. Mostrare la lingua è un segno di spregio o di derisione, ed in passato i guarrieri bretoni usavano tagliarla ai nemici vinti in battaglia e mostrarla come trofeo.

La lingua può essere “mala lingua” quando la calunnia, il pettegolezzo e la cattiveria la rendono un’arma, oppure può essere una difesa: “Chi ha lingua in bocca può andar per tutto”, o anche un mezzo di espressione attraverso cui l’ intelligenza e le idee vengono manifestate:”Capo senza lingua non vale una stringa”.

L’ essere racchiusa e contenuta nella cavità della bocca, e la sua estrema sensibilità, la rendono qualcosa di “privato” e profondo, di intimo e legato alla soddisfazione fisica. Con la lingua si “sente” piacere o disgusto, si apprezza il gusto dei cibi, si distingue il fresco dal caldo, con la lingua si soddisfano i desideri tattili legati alla sensualità: leccare, assaggiare, baciare.

Per questa ragione Freud considera la lingua che compare nei sogni come simbolo fallico o desiderio del rapporto sessuale, mentre Jung focalizza la sua attenzione soprattutto sulla funzione del linguaggio, sulla espressione delle idee e della spiritualità individuale.

Vedere o sentire la propria lingua o quella altrui nei sogni è un’immagine che va valutata essenzialmente per le sensazioni, anche fisiche, che provoca.

Sentire la lingua sciolta ed agile nei sogni, sentire piacere nel muoverla o vederla bella e sana, può riferirsi alla capacità che il sognatore mostra di saper perorare le proprie cause e usare le proprie argomentazioni per difendersi e sostenersi.

Ma se la lingua mostra troppo movimento, se guizza con un’agilità esagerata, può indicare la necessità di essere più discreti, di non parlare troppo o non farsi scappare indiscrezioni.

Anche l’immagine di una lingua troppo lunga o del mordersi la lingua nei sogni, può riferirsi al bisogno di mettere un freno a confidenze, maldicenze o indiscrezioni.

Avere la lingua tagliata o trovarsi senza lingua è una immagine onirica che mostra la vulnerabilità del sognatore rispetto a qualche episodio che sta volgendo al termine e su cui non ha più influenza, un amore finito, un lavoro bloccato o assegnato ad altri, una decisione irrevocabile e subita, un episodio di impotenza.

Vedere qualcuno con la lingua biforcuta può indicare la necessità di non dare credibilità ai suoi discorsi, di guardarsi da ciò che viene detto, di aprire gli occhi su bugie e calunnie.


Se vuoi saperne sempre di più sul mondo dei sogni iscriviti alla newsletter della Guida: http://guide.dada.net/sogni/index_newsletter.shtml

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo