Questo sito contribuisce alla audience di

Sognare una mamma cannibale

Questa notte ho sognato una giovane mamma seduta su di un lettone con la sua bambina che avrà avuto 6 o 7 anni.

mamma cannibale sogni

Questa notte ho sognato una giovane mamma seduta su di un lettone con la sua bambina che avrà avuto 6 o 7 anni. La bambina, aveva le mani sul volto della mamma che la teneva tra le braccia e la guardava teneramente negli occhi dicendole di non preoccuparsi che le malattie possono essere curate.

Mentre la bambina diceva queste cose vedo che la mamma cerca di avvicinare la bocca al viso della piccola… inizialmente pensavo ad un bacio affettuoso, ma poi vedo che ha la bocca spalancata … e ad un tratto morde la bambina , non in modo forte, ma la bambina chiede aiuto a qualcuno (credo il padre) cercando di respingere la mamma.

Subito dopo vedo mamma e figlia sdraiate e vedo che sulla spalla della bimba ci sono dei segni, come morsi. Improvvisamente cambia scena e vedo un’altra stanza e un uomo che salta giù dal letto tirando via la coperta e sconvolto come se sapesse che qualcosa di strano sta accadendo, e dietro di lui un altro uomo che dice: “Ucciderà mia figlia!”.

Corrono nell’altra stanza, aprono la porta e trovano la giovane mamma ai piedi del letto che… sta divorando la figlia … dopo di che probabilmente il mio inconscio mi ha impedito di proseguire. Mi sono svegliata terrificata. Cosa vorrà dire?! (M. – Torino)

—————————————————————————————————–

Che il tuo senso di responsabilità, di sacrificio, la tua capacità di impegno e forse anche la pesantezza dei problemi che hai, possono avere il sopravvento ( stanno divorando) su tutti gli aspetti più “leggeri”, più gai e gioiosi, sulle parti più infantili ed ingenue che ci sono in te e che vogliono esprimersi.

L’immagine finale del tuo sogno è veramente molto forte, penso che il tuo inconscio ti sta mettendo in guardia su quello che sta accadendo per darti la possibilità di porre rimedio, di equilibrare la situazione. I due uomini che compaiono in sogno sono molto attivi e vitali e rappresentano la tua capacità di agire, di fare, ed anche di proteggere i tuoi aspetti più vulnerabili…insomma dentro di te c’è tutto quello che ti serve, ma devi concentrare la tua attenzione su questo “aspetto materno fagocitante e malato “ che non ha ancora trovato il modo giusto di esprimersi.

Questo vuol dire che devi fare in modo che responsabilità ed impegni (oppure altre cose che appartengono ad un modo di essere prettamente “adulto”) non occupino tutto lo spazio nella tua vita. Oppure che le tue ansie e preoccupazioni rispetto ad una determinata situazione o verso qualcuno in particolare, non ti sommergano al punto da dimenticare te stessa ed i tuoi bisogni, e non “divorino” la tua “gioia e tenerezza”.


Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida