Questo sito contribuisce alla audience di

Un sogno di pace

Notizie e pensieri di morte, dolore, paura, cordoglio, rimpianto. Vite spezzate. La storia che a "passo di gambero" ritorna su se' stessa. Eterni interessi e scontri di civiltà. Poli contrapposti. Niente di nuovo sotto il sole. Ma questa "storia" è quella che in questo momento ci è dato vivere e molto spesso subire. E se abbiamo un'arma quella si trova nella nostra testa, nei pensieri e nei gesti. E nei sogni. Nella speranza. Perchè i nostri pensieri ed i nostri sogni modellano la realtà. Ed allora pensiamo alla pace, perseguiamo e sogniamo la pace. Affinchè sognare il domani non faccia paura.

Rivendicato l’attentato contro gli alpini

L’attentato in cui sono morti due nostri alpini e altri quattro sono rimasti feriti, è stato rivendicato con una telefonata da Abdul Rauof, il terrorista ha dato informazioni precise sull’ordigno usato, una bomba radiocomandata. >>>

Bandiera della pace

Urge un cambiamento di rotta prima che sia troppo tardi.

Liberiamo la Pace!

La guerra parte da un teorico principio di salvaguardia (del territorio, delle idee, della religione, economico…) e di ipotetica “giustizia” ( combatto perchè mi difendo, perchè mi sento nel giusto, perchè difendo le mie idee, il miei beni, il mio modo di vivere, perchè l’altro è il “male”, l’altro è l’ignoto, l’altro può contaminare con le sue idee la mia sicurezza, e le basi su cui questa si fonda). >>>

Sognare domani

Qui si raccolgono
i volti e le idee
i progetti compiuti
le parole che cantano
a fiumi, i pensieri.

Qui s’ innalzano
vele dei sogni
perfetti, fastosi
danzanti di immagini
accese al futuro.

Qui si chiariscon
dei giorni le ore
oltre il prossimo
sera e domani
presente
di sangue e clamore
taglienti e confuse
nel bianco riflesso
che un’eco profonda
nell’anima, insegue
sognare domani.

M.Mazzavillani.Nell’ambito delle manifestazione “L’arte un messaggio di pace”