Questo sito contribuisce alla audience di

Ombra "Al mattino"

....riprendo l'ultimo sogno ma non trovo il segno, vado in cucina tanto per fare rima, chiudo gli occhi e trovo il segno del sogno....

mattino sogni

Al mattino sveglio la sveglia che si sveglia e mi sveglia, mi alzo dal letto e resto dritto, perplesso come un fesso, vado al bagno e il viso mi bagno, riprendo l’ultimo sogno ma non trovo il segno, vado in cucina tanto per fare rima, chiudo gli occhi e trovo il segno del sogno, ricordo e concordo che sognavo un bagno nello stagno, apro gli occhi, vedo la cucina ed è la stessa di prima e ora non c’entra la rima, cerco il pantalone e lo trovo nel salone, metto prima la mutanda che ho comprato alla Standa, i calzini sono vicini ai mocassini, senza lacci che poi t’impicci, una maglietta prendo di fretta, la infilo al volo, vado alla porta che ti esorta ad uscire per non marcire tappato in casa come una cosa, ma non mi sono pettinato e senza fiato corro e percorro la via per il bagno e senza lagno mi bagno i capelli ribelli come serpentelli, poi torno alla porta che ancora mi esorta e che si apre e mi apre al mondo che non è solo rotondo, ma pieno di gente che non ti vede per niente, che merlo! a saperlo non mi sarei pettinato e avrei aspettato, fermo come il marmo, davanti alla porta aperta affinché qualcuno mi guardasse e notasse le matasse dei capelli ribelli come cavalli, tanto vale andare allo stagno a farlo davvero quel bagno del sogno.

Illustrazione originale presente sullo spazio “Processability”

Alcune info sul nostro autore Ombra: ” Sono nato a Roma l’otto aprile del 19fhfhghgh ops… mi si sono intrecciate le dita!!!! Ogni volta che sto per scrivere l’anno di nascita le dita si rifiutano…

Era l’anno dell’album Revolver dei mitici Beatles quindi parliamo del 1966, nacqui (o forse si dice nacquetti… o nacquebbei…) nella clinica Fabia Mater near Prenestrina Street, unico maschietto in una nidiata di bambine, il che poteva presagire un avvenire da sciupafemmine o da gigolò e invece… invece sono cresciuto imbranato e timido come pochi al mondo e i miei successi con le donne si contano sulle dita di una mano monca.

Gran parte della vita l’ho vissuta vicino al mare, del tipo che allunghi un braccio dalla finestra con una padella e il pesce ci salta dentro, Ostia Lido, Lavinio, Campo Ascolano (frazione di Torvajanica City) ed ora ancora ad Ostia, unica eccezione Palestrina, dove facevo concorrenza ad Heidi sui monti… del resto anch’io ho una passione per le caprette, a casa non terrei cani e gatti, ma una capretta perché le adoro!!!!

Di lavoro sono uno scrittore fallito ma per hobby faccio l’impiegato in una nota società per azioni di Roma ancora mezza comunale, ci occupiamo di acqua e corrente, di depuratori, di teleriscaldamento e dei pali della luce, ma non sono io a mandare le bollette a casa, quindi non prendertela con me!! :)

Che altro dire?Una volta, in una scheda dove si chiedeva la professione, ho scritto: psicanalista di computers in crisi… ecco direi che sia molto azzeccata, specialmente in questi giorni, del resto questi poveri computers con qualcuno dovranno pure sfogarsi… quello che sto usando adesso, per esempio, ha la sindrome di peter pan e non si decide a crescere, a capire che è arrivata l’ora di fare il pc adulto, crede di essere un portatile con poca ram e mai che faccia girare i programmi come si deve… “

Grazie ad Ombra, che sono felice di ospitare nella Guida Sogni. Per leggere altri suoi scritti Ombra Blog

Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida

Argomenti