Questo sito contribuisce alla audience di

Orecchio nei sogni

Così l' immagine dell'orecchio forato nei sogni equivale per Freud alla deflorazione, al possesso o all'appartenenza (nell'antichità si foravano le orecchie agli schiavi per ribadirne la proprietà, si foravano le orecchie e si metteva un orecchino come simbolo di legame o di appartenenza ad un gruppo).

orecchio sogni

L’organo preposto alla funzione uditiva, l’orecchio compare nei sogni a mettere in risalto la necessità all’ascolto di parole, musica, suoni, alla ricezione di messaggi e significati.

Attraverso l’orecchio avviene la raccolta del materiale sonoro che, fluendo attraverso il canale uditivo acquisisce un significato; l’orecchio garantisce quindi questa possibilità di “trasformazione“, che può emergere in intelligenza e saggezza, componenti importanti del suo simbolismo. Qualità che in Cina vengono riconosciute alle orecchie allungate ed evidenti (si narra di Lao Tzù come di un uomo saggio e grande e provvisto di lunghe orecchie).

In alcune culture tribali il simbolismo dell’orecchio assume un carattere prettamente sessuale: il padiglione e il lobo si riferiscono all’energia maschile ed il condotto uditivo a quella femminile: questi significati verranno ripresi alle origini del Cristianesimo immaginando Maria Vergine fecondata dallo Spirito Santo che penetra attraverso l‘orecchio.

L’organo assumeva in questo contesto un duplice aspetto: sessuale come già evidenziato, e ricettivo, aperto a accogliere il Verbo, la parola divina, quindi preposto all‘obbedienza, ad un ascolto più profondo ed attivo che diviene “comprensione” ed accettazione.

Freud considerò precipuamente la simbologia sessuale dell’orecchio accostando a questa immagine soprattutto il femminile, sia per la forma concava del padiglione che per la estrema sensibilità della superficie epidermica che ne fanno una zona erogena ed anche per la forma tondeggiante, ricurva, a volte delicata, concava.

Così l’ immagine dell’orecchio forato nei sogni equivale per Freud alla deflorazione, al possesso o all’appartenenza (nell’antichità si foravano le orecchie agli schiavi per ribadirne la proprietà, si foravano le orecchie e si metteva un orecchino come simbolo di legame o di appartenenza ad un gruppo).

Al presente: saggezza, ascolto interiore, comprensione, attenzione, intelligenza sono gli aspetti che maggiormente si accostano alla simbologia dell’orecchio che compare nei sogni. Già frasi di uso comune come “Aprire le orecchie“, “Tendere le orecchie ci orientano verso l’importanza del “comprendere” dell’”intendere” che nel simbolo può essere sia di ordine intellettuale che interiore o spirituale, fino ad accostarsi ad una saggezza superiore che amplia la consapevolezza della realtà.

Sognare un orecchio o focalizzare l’attenzione sulle orecchie in sogno deve quindi richiamare l’attenzione del sognatore sull’ascolto, la comprensione, la decifrazione dei suoni, ma pure sulla riflessione e l’ascolto della propria interiorità.

Ascoltare di più e parlare di meno, saper attendere, prendere tempo, fare silenzio e concentrarsi sul “sentire” sono tutti significati che possono emergere nell’orecchio che compare nei sogni, mentre immagini più precise come mozzare un orecchio o averlo mozzato possono indicare l’impossibilità di “ascoltare” o, al contrario, la necessità di “non ascoltare“, la paura che qualcuno ascolti o carpisca informazioni, la paura del giudizio altrui.

Un orecchio tappato o dolorante nei sogni, può richiamare reali disturbi a carico di quest’organo che sarebbe meglio controllare.


Se vuoi saperne sempre di più sul mondo dei sogni iscriviti alla newsletter della Guida: http://guide.dada.net/sogni/index_newsletter.shtml

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo