La scimmia nei sogni

Vedere la scimmia nei sogni è fare i conti con una parte della psiche che sta eludendo regole e censure e che troverà sicuramente il modo di manifestarsi.

scimmia sogni gorilla foto Tim Knight

La scimmia è l’animale che più ricorda l’uomo nella forma del corpo, negli sguardi, nei movimenti, e la sua immagine nei sogni conserva questa caratteristica di antropomorfismo.

Nell’antico Egitto, in Cina nel Tibet ed in tante altre culture la scimmia veniva venerata e le erano attribuite qualità regali o divine che esaltavano la sua intelligenza, la sua furbizia, il suo potere incantatore. Quel potere che la rende ancor oggi affascinante o repellente per lo sguardo umano, che le consente di imitare e ricordare facilmente i gesti altrui, di “scimmiottare”, di assumere atteggiamenti caricaturali, di mostrare una spiccata capacità di comprendere e di apprendere, vero e proprio riflesso di quella umana.

Ogni qualità che alla scimmia viene attribuita dal sognatore diventa il ponte di accesso all’analisi ed alla comprensione del simbolo onirico. Così la forma del suo corpo, che segue fedelmente lo schema del corpo umano, rimanda agli aspetti primitivi, non civilizzati che albergano nell’inconscio. Aspetti istintivi fra i quali l’aggressività e la sessualità, che si manifestano nei movimenti liberi e sfrontati della scimmia e che facilmente rimandano a lubricità, sfrenatezza, mancanza di limiti e di ragionevolezza.

Vederla nei sogni è fare i conti con una parte della psiche che sta eludendo regole e censure e che troverà sicuramente il modo di manifestarsi. Anche la leggendaria furbizia della scimmia va considerata: l’astuzia che le consente di aggirare ostacoli e raggirare avversari, e che diventa nei sogni una sorta di suggerimento, di messaggio da seguire, o che esprime comportamenti viziati, truffaldini, poco chiari tenuti dal sognatore o da persone che lo circondano.

L’immagine della scimmia appartiene all’Ombra, alle profondità inconsce dell’uomo, al substrato arcaico più lontano dalla coscienza, e questo la rende parte degli aspetti rinnegati, oscuri, demoniaci. In questa visione la scimmia è come il diavolo (Jung asseriva che il diavolo è la scimmia di Dio).

Ma questa immagine onirica sub-umana è come un nucleo che può, se visto e riconosciuto, evolvere e trasformarsi. Le qualità bestiali, infantili, scimmiesche, dispettose, irrequiete, sfrontate, lascive, primitive possono gradualmente modificarsi e la scimmia diventare simbolo di una vitalità semplice e naturale ancora non toccata dall’intelletto.

Oppure rappresentare gli aspetti caricaturali del sognatore, metterne in risalto i lati buffi, infantili, ribelli. Così come può essere simbolo di una persona vicina al sognatore: una donna dispettosa o vanitosa, un uomo astuto o insolente, qualcuno da cui si sente “scimmiottato”, qualcuno che gli appare brutale o spregevole, un’immagine falsata di se stesso.

Foto Tim Knight


Se vuoi saperne sempre di più sul mondo dei sogni iscriviti alla newsletter della Guida: http://guide.dada.net/sogni/index_newsletter.shtml

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Rosalia

    02 Aug 2010 - 17:02 - #1
    0 punti
    Up Down

    Sognare Una scimmia nera Che SI arrampicava Finestra Silla e io la cacciavo via con bastone delle Nazioni Unite

    Buongiorno Rosalia , grazie per avermi scritto, ma lo spazio che hai usato è quello riservato ai commenti mentre per l’interpretazione dei sogni devi seguire l’iter che ho predisposto cliccando sulla scritta SCRIVIMI che appare vicino alla mia foto e seguendo le istruzioni in interpretazione sogni
    , oppure leggendo le nuove regole per la guida risponde
    Un caro saluto …a presto :-)
    Marni

Peeplo Engine

Un motore di ricerca nuovo, ricco e approfondito.

Inizia ora le tue ricerche su Peeplo.