Questo sito contribuisce alla audience di

Scuola: educazione prima emergenza

Largo spazio alle domande sulla percezione dell'educazione e della scuola in Italia considerata dal 61 per cento degli intervistati la prima emergenza nazionale.

scuola educazioneIl 61 per cento degli italiani considera scuola ed l’educazione la prima emergenza nazionale. Lo si evince dal rapporto nazionale sullo stato dell‘educazione in Italia. Il rapporto nasce da un’indagine, svolta dalla Fondazione sulla sussidiarieta’, su un campione di 3216 intervistati a cinque anni dall’introduzione del principio di sussidiarieta’ nella Costituzione italiana.

Il rapporto svela l’attuale diffusione della conoscenza del principio nella Penisola. “Per principio di sussidiarieta’ si intende una modalita’ di sviluppo. In particolare identifica educazione ed istruzione come strumenti di sviluppo della societa’“. Dunque largo spazio alle domande sulla percezione dell’educazione e della scuola in Italia considerata dal 61 per cento degli intervistati la prima emergenza nazionale.

Per l’82 per cento del campione la scuola serve innanzitutto a istruire e educare, anche se, l’elemento costitutivo(56 per cento) rimane quello di fornire conoscenze specialistiche per affrontare il mondo del lavoro. Negativa e’ la percezione dei professori, la cui scarsa qualificazione, e’ considerata il maggior difetto della scuola italiana (43 per cento degli intervistati).

Se la riforma Moratti vede una quasi parita’ tra giudizi positivi(49 per cento) e negativi 50 per cento dei casi) e’ molto positiva la valutazione circa l’introduzione della scuola professionale all’interno del sistema scolastico.

Dalla parte delle imprese la sussidiarieta’ e’ considerata un bene nel 68 per cento dei casi e significa soprattutto decentramento parziale dei processi di governance. Anche le imprese affrontano il nodo cruciale dell’educazione, considerando la scuola italiana adeguata al sistema aziendale ma con gravi insufficienze. E’ addirittura inadeguata per il 51 per cento delle imprese.

Secondo gli imprenditori la scuola italiana e’ minimamente adeguata anche per gli stessi giovani.Causa ancora una volta l’inadeguatezza e l’impreparazione degli insegnanti (ha risposto cosi’ il 56 per cento delle imprese intervistate.

Blog Scuola

Fonte AGI

Argomenti