Questo sito contribuisce alla audience di

Scuola : la festa dell'aria

E' la festa per tutti gli studenti dell'Emilia Romagna che andranno a scuola senza usare l'auto. L'iniziativa ha il fine di sensibilizzare i ragazzi ai problemi del diffuso inquinamento e di promuovere comportamenti più rispettosi.

festa dell'ariaTorna mercoledì 21 marzo la “Festa dell’aria”, l’iniziativa promossa dalla Regione e dall’Ufficio scolastico regionale per festeggiare l’arrivo della primavera e promuovere comportamenti più rispettosi dell’ambiente. Anche quest’anno l’invito rivolto a tutti gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori dell’Emilia-Romagna, agli insegnanti e alle famiglie è di andare per un giorno a scuola a piedi, in bicicletta o in autobus.

 

Comunque lasciando l’auto in garage. Per scoprire che anche un piccolo gesto può produrre un grande beneficio per l’ambiente.

 
Per aderire all’iniziativa insegnanti e scuole devono collegarsi al sito www.ermesambiente.it/ecokm e compilare il relativo format. Quest’anno c’è poi una novità: un semplice programma permetterà successivamente di calcolare le “miglia verdi” percorse da ogni scuola o classe e la relativa CO2 risparmiata, tenendo conto che in media ogni auto emette 210 grammi di CO2 per chilometro e che il tragitto medio casa-scuola è di 2,3 chilometri.

La Festa dell’aria - ha spiegato l’assessore regionale all’ambiente e sviluppo sostenibile Lino Zanichelli - è un’occasione importante per promuovere una maggiore attenzione ai temi dell’ambiente nei più giovani. L’inquinamento dell’aria è un problema complesso che richiede un’azione su più fronti da parte delle istituzioni e del mondo delle imprese. E’ certo però che nessun risultato verrà raggiunto se non si modificheranno anche i comportamenti individuali e quotidiani dei cittadini”.

Nata nel 1994 e gestita dal Centro di educazione ambientale Itineroteca Emilia-Romagna che ha sede presso la scuola media statale Galileo Ferraris di Modena, la Festa dell’Aria è l’appuntamento con cui la Regione Emilia-Romagna vuole festeggiare l’arrivo della bella stagione, ricordando a tutti -scuole, ragazzi, famiglie- l’importanza di comportamenti consapevoli e rispettosi dell’ambiente: un “regalo all’aria”, come dice il manifesto dell’edizione del 2007, ma anche, un regalo alla salute di tutti noi.

D’altra parte l’attenzione al problema dell’inquinamento cresce anche tra i più giovani. Lo conferma il recente sondaggio “Educazione ambientale 10+”, promosso dalla Regione, che ha permesso di coinvolgere circa 90 mila studenti delle classi quarte elementari, seconde medie e terze superiori di tutte le scuole regionali.

 

Alla domanda: “propongono a te e ai tuoi compagni di andare sempre più spesso a scuola a piedi, in bicicletta o in bus per limitare l’inquinamento dell’aria. Il tuo primo pensiero è…”, quasi il 70% dei ragazzi ha mostrato attenzione e disponibilità ad impegnarsi anche personalmente. Più in particolare le 71.342 risposte erano così suddivise:

- é stupido non serve a niente: 5,7%
- sono poco disposto a cambiare le mie abitudini: 10,6%
- é una cosa che può servire solo se la facciamo in tanti ogni giorno : 39,3%
- è un problema troppo grande: io e miei compagni possiamo fare ben poco:10%
- sono pronto a fare la mia parte, ma servirebbero misure strutturali e innovazioni
- tecnologiche: 28,4%
- non risponde :

 

Blog scuola

 

Fonte Romagnaoggi.it