Questo sito contribuisce alla audience di

Giocattoli nei sogni

Il tipo di giocattoli che vediamo nei sogni può contribuire ad orientare l'analisi in direzioni totalmente diverse. Molto importante a questo proposito saranno le considerazioni personali, le associazioni, le emozioni che emergono nel sognatore rispetto al giocattolo che appare.

giocattoli sogni

I giocattoli che troviamo nei nostri sogni creano un immediato collegamento con il nostro passato. Aprono le porte a tutto ciò che il temine infanzia evoca in noi: ricordi belli o penosi, un mondo dorato e dolce o il tunnel buio in cui ancora ci perdiamo.

Sono il passaporto per la la spensieratezza e per il piacere di alcuni momenti, segnano il primo rapporto con la realtà, consentono la sperimentazione del mondo adulto attraverso la simulazione del gioco nelle sue innumerevoli sfaccettature.

I giocattoli sono in genere associati al desiderio ed al piacere, oppure hanno un intento consolatorio, parlano e di ciò che siamo stati, ma parlano anche di quello che siamo diventati e del bambino interiore che ancora vive in noi. Dei suoi bisogni non accolti, soffocati o sacrificati alla ragionevolezza dell’età adulta.

Tanto più siamo identificati con impegno e responsabilità, con aspetti di attivismo e di perfezionismo, tanto più fatichiamo a sentire il “puer aeternus“, e il nostro se’ bambino con la sua spontaneità ed il suo bisogno di giocosità, libertà e creatività viene schiacciato.

I giocattoli che noi vediamo nei nostri sogni possono richiamare questo bisogno, mostrare la necessità di recuperare il contatto con questa parte di noi così importante e vitale, la necessità di evadere da una realtà piatta e grigia per trovare nel quotidiano qualcosa che ci riporti lo stesso piacere del gioco, recuperando l’entusiasmo o eccitazione che abbiamo perso.

I giocattoli sono gli strumenti attraverso cui procediamo alla prova simbolica di vivere, sono i personaggi del nostro primo teatro interiore dove nulla è così importante quanto il gioco che stiamo compiendo con timidezza o con spavalderia.

Vedere giocattoli nei sogni è un’immagine può avere un intento consolatorio per le amarezze che ci riserva la realtà, oppure può mostrare il nostro bisogno di provare “piacere”, di fare le cose con la stessa gioia che sentivamo nel gioco.

La stessa immagine può, al contrario, indicare un’eccessiva attitudine al” giocare”, mettere in evidenza una certa superficialità nel nostro modo di agire, o situazioni e rapporti che viviamo con troppa leggerezza e disimpegno.

Il tipo di giocattoli che vediamo nei sogni può contribuire ad orientare l’analisi in direzioni totalmente diverse. Molto importante a questo proposito saranno le considerazioni personali, le associazioni, le emozioni che emergono nel sognatore rispetto al giocattolo che appare.

Ad esempio la bambola può rappresentare sia aspetti immutabili, rigidi e “patinati” della personalità del sognatore, che indicare una persona che realmente incarna queste qualità di “levigatezza” esteriore o di vuoto interiore, di ingenuità ecc..

Il cavallo a dondolo ed i peluche sono forse il giocattoli che più richiamano la prima fase dell’infanzia con il piacere primario e semplice del dondolamento, del contatto e del calore che si collegano al primo movimento vissuto all’unisono con il corpo materno. Così nei sogni questi giocattoli paiono esprimere bisogni semplici ed infantili e mettere in luce gli aspetti più teneri ed indifesi di noi.

Mentre i soldatini fanno i riferimento facilmente a situazioni vissute in ambito sociale: rapporti di lavoro in cui forse abbiamo utilizzato particolari strategie e disegni, simboliche battaglie combattute per ottenere qualcosa o per emergere rispetto agli altri, aspetti di aggressività infantile.


Se vuoi saperne sempre di più sul mondo dei sogni iscriviti alla newsletter della Guida: http://guide.dada.net/sogni/index_newsletter.shtml

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo