Questo sito contribuisce alla audience di

Un ponte nei sogni

Il ponte nei sogni indica che le due sponde, e di conseguenza il vuoto che che si presenta fra l'una e l'altra, sono superabili, ricongiungibili, e c'è quindi la possibilità di fare un passo e poi un altro e un altro ancora...

ponte

Costruzione che ha lo scopo di unire due sponde, il ponte nei sogni induce a riflettere sulla necessità di colmare-attraversare-superare qualcosa che, in quel momento particolare della vita, viene avvertito come un ostacolo o come una nuova fase da raggiungere.

Il ponte nei sogni indica che le due sponde, e di conseguenza il vuoto che che si presenta fra l’una e l’altra, sono superabili, ricongiungibili, e c’è quindi la possibilità di fare un passo e poi un altro e un altro ancora, vincendo il timore di trovarsi al centro del ponte in sospensione, nell’incertezza e nella paura che la struttura possa non reggere, e di continuare così fino al traguardo del nuovo territorio che attende al di là.

Vediamo allora che dall’immagine del ponte emergono due aspetti fondamentali: “passaggio” ed “unione” fra due opposti territori.

Il simbolo del ponte nei sogni avvicina, congiunge, concilia, collega la terra ed il cielo (si pensi allarcobaleno), il materiale ed il divino, il maschile ed il femminile ( anche il fallo è un ponte) e può indicare il bisogno di raccogliere le forze per attraversare la vita là dove la realtà si increspa in difficoltà ed ostacoli, in problemi e conflitti.

Sognare un ponte può rappresentare anche due stati dell’essere, due desideri, due opposte energie psichiche di cui una è ancora da conoscere ed esplorare, ed il passaggio diventa allora il percorso interiore volto ad integrare nuovi aspetti di se’, mentre i nuovi territori che di là dal ponte si profilano, appaiono come i Se’ psichici con i quali si ha meno contatto o che sono stati rinnegati.

Il ponte è la struttura onirica che indica il cammino, la possibilità di approfondire una conoscenza, di appianare idee divergenti, ma soprattutto la necessità di superare i propri limiti. Non a caso fin dall’antichità la leggenda del “ponte del diavolo” era assai comune: il diavolo costruisce il ponte, ma chiede come tributo la prima anima che l’attraversa.

Ecco che il ponte esprime tutto il suo potenziale di pericolo ed incognite: attraversare il ponte vuol dire andare fra le braccia del diavolo, ossia confrontarsi con l’ignoto e anche fare i conti con tutti gli aspetti di sé più rinnegati e spaventosi (si ricordi che il diavolo nei sogni rappresenta tutte le istanze dell’ombra junghiana, le parti rinnegate della personalità).

Ma accettare la sfida significa vincere la paura ed affrontare ciò che ci aspetta, e, forse, appianare il conflitto.

Il ponte nei sogni è il mezzo che ci viene dato per avanzare, ma se lo vediamo crollato e se trema o frana sotto i nostri piedi, dobbiamo riconsiderare tempi e modi, azioni ed obiettivi che ci riguardano. Forse in questo momento qualcosa non è realizzabile o forse manca l’energia che ci consente di passare ad una fase successiva della nostra vita.

Anche l’immagine del ponte levatoio nei sogni è molto potente: un chiaro invito a procedere in un percorso che può risultare agevole quando si presenta abbassato ed aperto, uno stop evidente e senza appello quando è rialzato e chiuso.

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida

Gallery: Ponti

Foto di ponti Foto di ponti Foto di ponti

Foto di ponti Foto di ponti Foto di ponti

Foto di ponti Foto di ponti Foto di ponti

Foto di ponti Foto di ponti Foto di ponti

Vedi tutte le altre Gallery della Guida Sogni