Questo sito contribuisce alla audience di

Suicidio nei sogni

L'interpretazione del suicidio è legata ai diversi contesti in cui appare nei sogni, ma rivela generalmente un problema di bassa autostima ed anche una forma di depressione e di stagnazione interiore...

suicidio sogni

Il suicidio non è situazione che compaia di frequente nei sogni ed è difficile trovarne spiegazione nei vari manuali di interpretazione o di simbolismo onirico. Capita tuttavia che faccia la sua drammatica apparizione come accade nei sogni seguenti:

Stanotte ho fatto due o tre volte sogni molto simili, in tutti conoscevo una persona diversa che saliva su una rampa di scale che dava su un burrone o su una strada e, una volta in cima, si gettava di sotto, morendo sul colpo. (A.- Torino)

In questo sogno non facevo altro che correre e scappare terrorizzata, ma alla fine un gruppo di sconosciuti riusciva a prendermi..io sapevo che volevano torturami a lungo ed ero disperata, per cui ho deciso di morirevelocemente e mi sono buttata da un burrone svegliandomi immediatamente. ( L.- Empoli)

Ho sognato che mi ero persa in questo intrico di corridoi in un posto che non conosco e cercavo l’uscita, ma mi sono trovata di fronte una specie di prete che aveva nelle mani degli strani oggetti taglienti. Mi ha sorriso in modo terribile e mi ha detto: “Ti strazierò”..a quelle parole ho sentito una paura intollerabile, non l’avrei fatta finita così facilmente, sarebbe stata una cosa lunga e dolorosa, per cui gli ho preso di mano una delle sue armi e me la sono piantata nel cuore. Sentivo un dolore fisico fortissimo ed alla fine mi sono svegliata per fortuna. ( D.-Ravenna)

suicidio simbolismo sogniIl crescendo di paura e di pathos nei tre sogni è direttamente proporzionale all’imponenza del problema che in quel momento affligge il sognatore. E l’atto di uccidersi o di vedere altri uccidersi, che rappresenta oggettivamente una rinuncia alla vita ed alle sue possibilità, riflette anche la propria incapacità di far fronte all’eventuale problema, la propria fuga per paura, per debolezza, per mancanza di fiducia nelle proprie possibilità.

Così il primo sogno può essere legato ad idee e progetti che il sognatore amerebbe realizzare, ma che, di fronte a difficoltà o insicurezza abbandona, facendoli “morire di colpo”, oppure a tentativi ci cambiamento, al bisogno di essere diverso e di modificare aspetti di se’ usando la volontà, imponendosi regole anche molto rigide.

Nel secondo si può scorgere un aspetto positivo, perchè il salto nel vuoto fa pensare all’energia vitale e propulsiva dell’ arcano maggiore dei Tarocchi: “Il matto” che, con un piede sospeso nel vuoto, compie il primo passo verso l’ignoto. Il suicidio, in questo caso, diventa il rifiuto di sottostare alle “torture” ( imposizioni, violenza, aggressività altrui, ricordi, situazioni mal tollerate) compiendo un atto di volontà.

Ma la stessa scena può essere letta anche come debolezza, come paura di confrontarsi con le beghe e le difficoltà da cui ci si sente “inseguiti”, ed il suicidio con il salto nel vuoto diventa allora disimpegno, irresponsabilità, incoscienza ed incapacità di guardare in faccia la realtà.

Il terzo sogno sembra riflettere una realtà più drammatica, perchè il sacerdote malvagio può collegarsi ad un aspetto psichico molto attivo e distruttivo: il critico interiore, e la frase detta: “Ti strazierò” enfatizza il tormento continuo ed i taglienti giudizi di questo Se’ così lucido, che sa ferire in modo molto doloroso e minare l’autostima dell’individuo.

In questa situazione onirica il suicidio appare come l’unico modo per fuggire le critiche interne, ma in realtà è un modo per non guardare in faccia la realtà e non avere così la possibilità di scorgere il seme di verità che queste possono contenere. La stessa drammatica scena in positivo può essere il simbolo di un cambiamento repentino, doloroso ma necessario.

E’ importante ricordare che ogni diversa interpretazione del suicidio è legata al contesto in cui appare nei sogni, ma rivela generalmente un problema di bassa autostima ed anche una forma di depressione e di stagnazione interiore che forse non è sufficientemente raccolta a livello di coscienza, oppure una debolezza fisica, una incapacità del corpo di approntare le proprie difese.

E per ultimo va considerato il messaggio evidente del “farsi del male“. Il suicidio nei sogni sarà allora una sorta di segnale di qualche cosa che il sognatore sta vivendo “facendosi del male“, di un danno che non può o non riesce ad evitare, o di un pericolo a cui va incontro in modo inconsapevole o incosciente.

Se vuoi saperne sempre di più sul mondo dei sogni iscriviti alla newsletter della Guida: http://guide.dada.net/sogni/index_newsletter.shtml

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo