Questo sito contribuisce alla audience di

2001 Odissea nello spazio

Film straordinario ed allucinogeno......Si entra progressivamente in una dimensione onirica in cui sogno e realtà si confondono e dove l’immenso spazio dell’universo diventa unico interlocutore dell’inconscio umano.

2001 Odissea nello spazio

Titolo: 2001 Odissea nello spazio
Protagonisti: Keir Dullea, Gary Lockwood
Anno: 1968
Genere: Fantascienza
Durata:
139′
Produzione:
USA/GB

Nel prologo un uomo-scimmia forse influenzato da un monolite nero scopre che un osso può essere usato come arma di offesa per sottomettere i più deboli.

Quattro milioni di anni dopo, nel 2001, per cercare di spiegare cosa si nasconde dietro ad un’ immenso monolite nero, scoperto vicino alla base lunare di Clavius, un’astronave, guidata dal sofisticatissimo computer Hall 9000, parte alla volta di Giove con a bordo due astronauti e tre scienziati ibernati.

Ma durante il viaggio il computer si ribella agli ordini e causa la morte dei tre scienziati e di un astronauta. Il sopravvissuto Bowman riuscirà a disattivarlo ma verrà risucchiato in un’altra dimensione spazio temporale dove, invecchiatissimo, rivedrà il monolite nero per poi rinascere come feto che galleggia sopra la terra.

Con questo film, basato sulla rielaborazione del racconto di Arthur C. Clarke “La sentinella” del 1948, Kubrick realizza la sua opera più ambiziosa, un film sperimentale uscito, non bisogna dimenticarlo, più di un anno prima dello sbarco dell’uomo sulla luna e pensato a partire dal 1964.

Il centro del film è il legame che unisce l’uomo al tempo ed allo spazio e i suoi rapporti con la tecnologia, ma questa riflessione non passa attraverso un racconto articolato, ma attraverso un tentativo di rappresentare visivamente queste esperienze.

Come ha detto Kubrick:Ognuno è libero di speculare a suo gusto sul significato filosofico e d allegorico del film. Io ho cercato di rappresentare un’esperienza visiva, che aggiri la comprensione per penetrare con il suo contenuto emotivo direttamente nell’inconscio“.

Le scene finali ispirate al regista dall’assunzione di allucinogeni conservano grande forza visiva e rimangono una delle prove più alte della magia del cinema.

Liberamente tratto da “Il Merenghetti”

Marni-commento: Film straordinario ed allucinogeno sicuramente uno dei più originali ed affascinanti nella storia del cinema. Una riflessione sul futuro che affonda le radici nel passato, un tentativo di affrontare il tema del mistero della vita immergendosi senza timore nel potere dell’immagine abbattendo i limiti del riconoscibile e rassicurante del tangibile e quotidiano per affrontare visivamente l’ignoto. Si entra progressivamente in una dimensione onirica in cui sogno e realtà si confondono e dove l’immenso spazio dell’universo diventa unico interlocutore dell’inconscio umano. Sontuoso, bellissimo, profetico.

Acquista online

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione totale o parziale del testo

2001 Odissea nello spazio

2001 Odissea nello spazio2001 Odissea nello spazio

2001 Odissea nello spazio2001 Odissea nello spazio2001 Odissea nello spazio