Questo sito contribuisce alla audience di

I sogni di Matteo ( giugno)

Gli ultimi due sogni infine, mostrano la nuova consapevolezza di Matteo..

sogni matteo simboli

Sogni del 24 giugno 2004

I CANI STRONZI

Sono nel cortile della scuola, sto per rientrare quando due cani mi si mettono davanti. Io ho paura dei cani in realtà, ma mi viene il pensiero che nessuno li farebbe entrare qui a scuola. Capisco che sto sognando e divento lucido. Mi viene da ridere, so che queste bestie non possono nulla contro i miei poteri del sogno. Sto per alzarmi in volo quando decido di fare altro: mi avvicino ai cani che ringhiano e li guardo sul loro brutto muso, mi inginocchio per essere alla loro altezza e ringhio anch’io e poi scoppio a ridere. I due cani come me cominciano a ridere, ringhiano e ridono e facciamo a turno per ringhiare e ridere. Poi li guardo bene e sono diventati piccoli e non hanno più la forza per ringhiare, ma fanno dei piccoli guaiti come dei cuccioli. Rido ancora e mi fanno tenerezza. Sento che voglio bene a questi cani.

LITIGI

Sono in casa con i miei e stiamo litigando perché io voglio andare ad un “rave” a Reggio Emilia. Mio padre non mi guarda e mi volta le spalle per andare nel suo studio. Mi viene una rabbia terribile che potrei anche ucciderlo. Mia mamma piange. Capisco che sto sognando perché mia mamma in realtà non piange mai davanti a me. Divento lucido e decido di picchiare mio padre. Gli salto addosso dal dietro, ma sento il suo odore e mi dispiace. Lui si volta verso di me e vedo i suoi occhi molto tristi. Mi viene il pensiero che sia preoccupato per me. A questo punto mi sono molto emozionato e l’emozione mi ha fatto svegliare. Però ero felice come se fosse successo veramente.

Gli ultimi due sogni infine, mostrano la nuova consapevolezza di Matteo il suo osare un po’ di più, ed anche una nuova “leggerezza”, meno paura delle sue emozioni, meno timore di essere “debole”, meno bisogno di fuggire.

Continua a leggere la conclusione dell’esperienza

Torna al sogno di aprile

Marzia Mazzavillani © Opera protetta da licenza C.C.
Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida