Questo sito contribuisce alla audience di

Corteo del 1 maggio: i sindacati all'Aquila per ricostruire la speranza.

Il tradizionale corteo dei sindacati confederali del 1 maggio è stato quest’anno spostato all’Aquila.

corteo del 1 maggio all'aquila

Il tradizionale corteo dei sindacati confederali del 1 maggio è stato quest’anno spostato all’Aquila. E questo significativo cambiamento diventa un auspicio di ripresa e di rinascita anche sul fronte del lavoro e dell’occupazione. Ecco quanto dichiarato dai tre leader di Cgil, Cisl e Uil:

”La scelta de L’Aquila - ha detto Epifani - corrisponde al senso che vogliamo dare al 1 maggio. Avevamo deciso di scegliere il tema della crisi industriale e per questo, inizialmente, avevamo individuato Siracusa. Di fronte alla tragedia che ha colpito l’Abruzzo, ci e’ sembrato un gesto di assoluto dovere spostare la manifestazione a L’Aquila, che ha gli stessi problemi di crisi industriale, oltre ad essere stata colpita dal terremoto”.

”Gia’ lo scorso anno avevamo pensato a L’Aquila - ha confidato poi Angeletti - perche’ e’ una delle citta’ piu’ colpite dalla deindustrializzazione. Quest’anno, lo spostamento della manifestazione a L’Aquila e’ motivata si’ da un senso di vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto, ma anche per la ricostruzione di un tessuto produttivo che rilanci il futuro della regione. Questa puo’ essere un’occasione, da questa tragedia puo’ uscire il segnale che si puo’ ricostruire anche la speranza”.

”Attraverso il lavoro - ha poi concluso Bonanni - si puo’ rendere piu’ forte l’economia abbruzzese e far si’ che la ricostruzione avvenga nell’ordine sociale”.

Durante le iniziative per il 1 maggio sarà organizzato un fondo a favore degli orfani di caduti per cause di lavoro.

Marzia Mazzavillani © Opera protetta da licenza C.C.
Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida