Questo sito contribuisce alla audience di

The good night

Un film interessante, a tratti divertente, ma deludente per il mancato sviluppo delle possibilità a cui tema sogni lucidi poteva portare. The good night è la storia di un uomo che incontra la donna ideale ogni notte nei suoi sogni e che concentra tutte le sue energie nel tentativo di prolungare sempre più tali sogni. Trailer e gallery con la locandina ed alcune scene del film

locandina the good night
Regia: Jake Paltrow
Titolo: The good night
Interpreti: Martin Freeman, Penelope Cruz, Gwyneth Paltrow, Danny DeVito
Anno: 2007
Genere: Commedia
Durata: 93′
Produzione: Gran Bretagna





Marni-commento: “Se non puoi avere la donna perfetta, prova ad immaginarla!” Così recita la pubblicità di “The good night”.

Il film di Jake Paltrow ( fratello della più famosa Gwyneth) è sostenuto da un’ idea originale, giocata sui contrasti fra il mondo reale e quello dei sogni. Due dimensioni che, nel corso degli eventi si compenetrano ed acquisiscono la medesima importanza. Peccato che tale idea originale non sia stata sostenuta dalla sceneggiatura, dai dialoghi, dagli eventi scenici. La trama si disgrega, il tono da commedia prevale.

The good night è la storia di un musicista in difficoltà: la carriera promettente non sfocia nel previsto successo ed il rapporto con la moglie, una donna tagliente e critica (http://it.wikipedia.org/wiki/Gwyneth_Paltrow) è in crisi. Il protagonista (Martin Freeman) deluso e rassegnato, è un sognatore occasionale che diventa sognatore lucido, attivo ed interessato a tutto ciò che può favorire e prolungare i sogni..

Questo accade perchè nei suoi sogni incontra ogni notte la donna ideale: bellissima, elegante e sexi che lo ama, lo desidera e glielo dice ad ogni occasione. Una Penelope Cruz elegante raffinata, perfetta in questo ruolo di donna dei sogni, trasforma così la sua esistenza piatta e monotona, e lo stimola a iscriversi ad un corso sui sogni, dove un insegnante-guru ( Danny De Vito), lo inizia ai misteri dei sogni lucidi. Il suo desiderio è ampliare l’esperienza del sogno e vivere sempre più tempo nei sogni allo scopo di amare ed essere amato da questa donna di sogno.

Ingenua la rappresentazione della donna sognata: un ideale patinato e tirato a lucido, modello “bambola” di lusso che deve certo rispondere ad un immaginario sentimental-erotico maschile. Deprimente e triste il personaggio del musicista, un vero cane bastonato che, vicino alle splendide Penelope Cruz e Gwyneth Paltrow, risulta un po’ ridicolo. Interessanti tutti i tentativi fatti per sognare lucido, per imparare le tecniche di lavoro con i sogni, per aumentare il tempo onirico, nel desiderio di vivere sempre nel sogno.

E dopo tutto questo, nella scena finale (sognata oppure reale?) si troverà a dovere scegliere fra le due dimensioni dell’onirico e del reale, ed anche fra le due donne della sua vita: la moglie e la donna del sogno. Cosa sceglierà?

Film divertente, a tratti intrigante, pasticciato e sentimentale.

Acquista online il DVD

Marzia Mazzavillani © Opera protetta da licenza C.C.
Condizioni d’ uso del materiale pubblicato nella guida

Gallery: Locandina ed immagini di The good night

locandina ed immagini dal film the good night locandina ed immagini dal film the good night locandina ed immagini dal film the good night locandina ed immagini dal film the good night

locandina ed immagini dal film the good night locandina ed immagini dal film the good night locandina ed immagini dal film the good night

locandina ed immagini dal film the good night locandina ed immagini dal film the good night locandina ed immagini dal film the good night

Vedi tutte le altre Gallery della Guida Sogni